lunedì, 27 Maggio 2024

Novità green per i cicloturisti nell’area archeologica Naxos

Novità per i cicloturisti in transito nella zona di Taormina: il Parco Archeologico Naxos Taormina diretto dall’archeologa Gabriella Tigano ha aperto una ciclostazione con ricarica per bici elettriche all’ingresso del parco in via Lungomare Schisò a Naxos.

“Si tratta di una postazione con rastrelliere per 8 biciclette – spiega la direttrice del Parco archeologico Gabriella Tigano – con una colonnina di pit stop per gonfiare le gomme e un vano con attrezzi per piccole manutenzioni. Ogni rastrelliera ha 4 punti di ricarica. Un servizio che il Parco offre gratuitamente ai visitatori dell’area archeologica di Naxos e che vuole essere il contributo concreto al territorio nella direzione di un turismo sostenibile, lento, rispettoso della natura, dei luoghi e nella direzione di stili di vita più salutari per grandi e piccini”.

Il 5 marzo, in occasione della prima domenica del mese, sono aperti con ingresso gratuito a Taormina il Teatro Antico, a Giardini Naxos il Museo e l’area Archeologica. A Taormina è sempre libero l’ingresso a Palazzo Ciampoli per la mostra di acquerelli “Teatròs” del maestro spagnolo Pedro Cano. Dal 1° marzo l’orario di visita si allunga, dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso). Chiusa per lavori di manutenzione straordinaria Isola Bella.

Inoltre, dedicato ai più piccoli c’è il laboratorio didattico “Tutti a bordo”. Sulle rotte commerciali dell’antichità, si comincia con lo studio dei reperti recuperati nel mare di Naxos e Taormina e custoditi nella sezione di archeologia subacquea del museo: anfore per il trasporto di vino e olio, macine in pietra lavica per frantumare il grano, ma anche armi come la spada ritrovata nei fondali di Isola Bella. Per poi avviare un piccolo “cantiere navale”. Guidati dalle operatrici culturali di Civita Sicilia (concessionaria dei servizi museali del Parco) i piccoli partecipanti lavoreranno con le loro manine, usando colla, forbici, legno, scampoli di stoffa e vari materiali per realizzare una trireme, una delle storiche imbarcazioni usate dagli antichi greci. Si inizia alle ore 10 di domani, domenica 5 marzo, il costo è di 3 euro a bambino e ci si può prenotare al numero 335 7304378.

News Correlate