giovedì, 24 Giugno 2021

Visite a museo Satiro anche nei festivi: botta e risposta sindaco-sindacati

“Il museo del Satiro a Mazara del Vallo è sempre rimasto aperto, anche nei festivi e in assenza di programmazione da parte dell’amministrazione dei Beni culturali”. Lo dice il sindacato dei dipendenti regionali siciliani, Cobas/Codir, dopo che il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, ha parlato di disfunzioni e di chiusura nei festivi del museo, nonostante i 25 addetti della Regione.

“Nei giorni scorsi il soprintendente di Trapani Paola Misuraca – aggiungono i segretari provinciali del Cobas/Codir e del Sadirs, Vito Saladino, Giuseppe Caracci e Francesco Pulizzi – preso atto del superamento di un terzo dei festivi già effettuati da ciascun dipendente e in assenza di accordi che autorizzassero alla prosecuzione oltre i limiti fissati dalla norma, ha ricevuto il consenso da parte di tutti i lavoratori alla prosecuzione delle attività per scongiurare la chiusura del museo, manifestando grande spirito di abnegazione. L’attacco ai 25 dipendenti del museo del Satiro – concludono i sindacalisti – tentato dal sindaco di Mazara del Vallo nasconde forse l’intento di strumentalizzare i dipendenti regionali al solo fine di acquisire la gestione del Museo per scopi puramente politici e non certo turistici, sempre fino a oggi garantiti”.

Immediata la controreplica di Cristaldi: “Non se ne può più di certi sindacati che sempre più svolgono ruoli di alfieri di cose indifendibili. Ma come si fa – si chiede l’ex presidente dell’Ars – a
difendere situazioni al limite della decenza, quando eserciti di impiegati occupano gli spazi interni ed esterni dei musei con tutti i disservizi che si verificano. Non chiedo il licenziamento di nessuno – sottolinea Cristaldi – chiedo che vi sia una più corretta e razionale utilizzazione del
personale esistente che potrebbe assicurare, ad esempio, l’apertura dei siti museali sino alle 22 piuttosto che chiudere al pubblico alle 18″. “Mi chiedo se un’impresa privata si avvarrebbe di venticinque persone, dirette ed indirette, per la gestione di uno spazio espositivo di poco più di duecento metri quadrati. Credo – conclude il sindaco di Mazara del Vallo – che nessun museo al mondo possa vantare il primato dei musei siciliani per addetti utilizzati nella gestione”.

News Correlate