easy Jet investe su Catania con 28 nuovi voli settimanali

Una crescita di 28 voli settimanali sui collegamenti domestici ed internazionali, 14 voli settimanali in più per volare tra Catania e Milano Malpensa, 6 voli in più tra Catania e Napoli Capodichino e più opportunità anche per chi vuole raggiungere il Regno Unito (Manchester, Londra Luton, Londra Gatwick, Bristol), Olanda (Amsterdam) e Svizzera (Ginevra).

easy jet scommette su Catania Sono i nuovi collegamenti da e per Catania resi noti stamane nel capoluogo etneo da, che continua a investire sul territorio siciliano. All’incontro ha preso parte l’ad di Sac Nico Torrisi. Nella stagione estiva la compagnia mette a disposizione fino a 174 voli a settimana. EeasyJet risponde anche alle esigenze del segmento business potenziando i collegamenti tra Catania Fontanarossa e Milano Malpensa.

“Dopo aver annunciato un anno record a Fontanarossa, che segue un trend positivo di crescita dei passeggeri pari al 20% – ha detto Frances Ouseley direttore per l’Italia della compagnia aerea – sono felice di poter annunciare una significativa intensificazione dei collegamenti dall’aeroporto di Catania, per offrire un nuovo impulso alla crescita e alla promozione del territorio, che sempre più suscita l’interesse e la curiosità di turisti italiani e stranieri. In sinergia con gli obiettivi delle istituzioni e degli operatori privati del territorio – ha aggiunto – i nostri investimenti hanno sempre sostenuto concretamente un modello di sviluppo che pone al centro la destagionalizzazione dei flussi turistici per dare più stabilità a tutto il sistema turistico regionale, che rappresenta un comparto cardine e trainante dell’economia dell’Isola”.

“Accogliamo con favore – ha detto Torrisi – la scelta di aumentare gli investimenti sull’aeroporto di Catania, dove EasyJet rappresenta il terzo vettore per flussi in arrivo e in partenza e un partner di prestigio non solo per la mobilità Sud-Nord in Italia ma anche per lo sviluppo turistico del territorio grazie ai collegamenti con Regno Unito, Germania, Francia, Olanda e Svizzera”.

 

News Correlate