mercoledì, 14 Aprile 2021

A Trapani riunione operativa per l’estate 2019. Blue Air sospende voli da Birgi

Con l’avvio della prossima Winter 2018/19, Blue Air sospenderà il volo Trapani-Torino che sarà operativo fino a fine ottobre. La decisione è stata presa dalla compagnia a seguito di un ridimensionamento per il calo globale dei passeggeri, secondo quanto riporta il sito tp24.it. La compagnia infatti con base ha Torino ha sospeso anche i voli da Caselle per Stoccolma, Madrid, Trapani e Reggio Calabria.

Intanto, il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida ha convocato una riunione per discutere sulle possibili azioni di promozione turistica del territorio trapanese per la prossima stagione primavera/estate 2019.

Presenti al tavolo della presidenza il commissario del Libero Consorzio di Trapani Raimondo Cerami, Giuseppe Pagoto in qualità di presidente del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale e l’assessore al turismo del Comune di Trapani Rosalia D’Alì. Presenti anche i rappresentanti istituzionali dei comuni di Alcamo, Buseto Palizzolo, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Erice, Favignana, Marsala, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice.

Tra le priorità sottolineate da Tranchida, il rilancio dell’aeroporto “V. Florio”, il cui bando per il co-marketing è stato pubblicato recentemente, e l’esigenza degli operatori turistici di rilanciare il territorio e favorire l’incremento di presenze turistiche per il prossimo anno. Il tutto in un’ottica di azione di sistema che intende fare rete con tutto il territorio, al di fuori di ogni anacronistico campanilismo.

In tale direzione il sindaco ha reso noto di un incontro operativo che si è svolto con le società aeroportuali Gesap e Airgest. A seguire, in serata, è stato sollecitato il vicepresidente della Regione Gaetano Armao, circa il superamento delle criticità nei collegamenti in gomma tra gli aeroporti di Palermo e Trapani.

Cerami, invece, ha ribadito la necessità di utilizzare al meglio i fondi (€ 2.500.000) di ristoro al territorio per i danni subiti dall’inattività dello scalo civile nel 2011, a causa della guerra in Libia. Fondi che potranno essere integrati con i contributi dei vari comuni che aderiranno.

Mentre il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, ha proposto, per i comuni, di ribadire le stesse quote che sono state versate negli anni precedenti per il co-marketing.

Dopo vari interventi l’incontro si è concluso con l’invito e l’impegno a decidere velocemente, in funzione del prossimo appuntamento del 20 settembre prossimo, per svolgere azioni concrete in funzione della primavera-estate 2019.

 

News Correlate