martedì, 18 Giugno 2024

In Sicilia 51 spiagge accessibili a tutti

Oggi in Sicilia ci sono 51 spiagge accessibili di cui 19 sono quelle nel territorio di Siracusa e provincia (9 solo a Siracusa). L’elenco è contenuto nella versione aggiornata della guida “Sicilia e Siracusa, Mare per tutti 2017” realizzata dall’associazione “Sicilia Turismo per Tutti” che ha implementato il progetto, lanciato nel 2014, al fine di realizzare un’ospitalità ancora più accessibile ed ecosostenibile sull’intero territorio siciliano.

“Non basta una sedia o una passerella a trasformare uno stabilimento balneare in una struttura accessibile – commenta Bernadette Lo Bianco, presidente dell’Associazione  Sicilia Turismo per Tutti -. Al di là della crisi economica acuita dai continui tagli al welfare, la difficoltà è sempre la stessa e ha il nome di accessibilità. Nonostante l’articolo 23 della legge del 5 febbraio 1992 preveda una multa e la chiusura da uno a sei mesi dell’esercizio pubblico che discrimini una persona con disabilità, le spiagge a norma sono ben poche in Italia. L’accessibilità non significa solo abbattimento delle barriere architettoniche ma anche accoglienza. I primi interventi che vengono effettuati in uno stabilimento balneare sono l’adozione  di passerelle e delle sedie Job. Noi di Sicilia Turismo per Tutti siamo orgogliosi di aver raggiunto, in appena tre anni dall’inizio del progetto, un grande risultato, anche sotto il punto di vista della sensibilizzazione. Naturalmente ancora si deve fare tantissimo e confidiamo sempre nella piena collaborazione fra istituzioni pubbliche e private e sempre la totale condivisione con le associazioni di categoria delle persone con disabilità”.

La guida è stata realizzata di concerto con ENS, Unione Ciechi ed Ipovedenti, MAC, Associazioni di persone con disabilità e con l’aiuto di tecnici, di professionisti e di persone con esigenze specifiche, grazie ai quali si è provveduto a raccogliere informazioni sul litorale e sulle strutture balneari di Siracusa e del resto della Sicilia al fine di selezionare quelle che garantiscono maggiore accessibilità, in quanto munite di percorsi “dedicati” alle varie esigenze specifiche.

Tutte le informazioni raccolte saranno inserite nel portale della Regione Sicilia e nelle singole piattaforme informatiche di tutti i partner del progetto.

Sempre in attuazione di questo progetto, le spiagge dovranno essere dotate non solo dei necessari servizi per le persone con disabilità motoria (scivoli all’ingresso, servizi igienici dedicati, ecc.), ma dovranno possedere anche una serie di altri strumenti che possono renderle davvero alla portata di tutti. Devono permettere alle persone con difficoltà motorie di entrare in acqua e di muoversi nel bagnasciuga. All’ingresso degli stabilimenti devono essere, se non ci sono già, installate delle pedane tattili, che permetteranno alle persone cieche di orientarsi in autonomia negli spazi e fruire di tutti i servizi. Le passerelle dovranno essere realizzate in materiale eco-compatibile, nel rispetto dell’ambiente. Inoltre, si è pensato pure alle famiglie con bambini, dando la possibilità di usufruire di fasciatoi per neonati ed aree relax per allattamento.

Infine, in modo particolare, si vuole sensibilizzare – grazie all’associazione “Rimini Autismo” – anche all’accoglienza al mare di persone autistiche, affinchè tutte le spiagge siciliane possano essere considerate “autismo friendly beach”.

Per leggere l’elenco delle spiagge accessibili consulta il documento Spiagge per tutti accessibili.

News Correlate