Svolta a Messina: + 35% di arrivi nei primi cinque mesi 2

Dopo un 2013 nero, il turismo quest’anno a Messina va. Nei primi cinque mesi dell’anno sono cresciuti sia gli arrivi che le presenze rispetto allo stesso periodo del 2013. I dati diffusi dal Servizio Turistico Regionale n° 16 di Messina, diretto da Cono Antonio Catrini, parlano di un aumento del 35,61% degli arrivi e di un +78,86 % delle presenze. Complessivamente, nei primi cinque mesi dell’anno, la città ha registrato poco oltre le 23 mila le presenze per un totale di circa 51.500 presenze.

Questi dati non comprendono i circa 300 mila crocieristi che giungono ogni anno.

Nel dettaglio, il segno positivo ha riguardato sia le strutture alberghiere (con +30%, sugli arrivi e +75% sulle presenze) che le strutture extralberghiere con un aumento di oltre il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Inoltre, sono in aumento del 39% gli arrivi dei turisti italiani. In particolare, i siciliani che hanno toccato quota sedicimila, accanto a calabresi, campani, lombardi, laziali e pugliesi. Per quel che riguarda i flussi dall’estero, sono oltre 3.300 gli arrivi stranieri, con un incremento del 15 %, e più di 10 mila presenze. Tra i paesi di provenienza, reggono Francia e Germania che restano in testa, ma subito dietro ci sono Romania e poi Bulgaria, Russia, Argentina e Brasile. La permanenza media è di quasi 3 giornate.

Si tratta di dati finalmente in controtendenza rispetto all’andamento negativo del 2013 che vide un calo di oltre il 30% sia sulle strutture alberghiere che su quelle complementari, -38,20% di arrivi e -60,% di presenze.  

News Correlate