lunedì, 28 Settembre 2020

Nella valle del Belice apre il Centro della cultura contadina

Sarà inaugurato sabato 31 ottobre il “Centro della cultura contadina”, ubicato nel complesso del Castello di Rampinzeri e realizzato dal Comune di Santa Ninfa con un finanziamento del GAL Elimos – misura 313 A nell’ambito del progetto “Le Terre degli Elimi in Mostra: Sole d’Autunno nel Belice” promosso dal GAL Elimos.

Alla cerimonia inaugurale seguirà il convegno “Strategie di Sviluppo nella Valle del Belìce: Turismo, Cultura, Enogastronomia” organizzato dalla Rete Museale e Naturale Belicina, che si propone di affrontare i temi della valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico, della messa in rete dei musei e della promozione delle eccellenze enogastronomiche, con particolare attenzione alle potenzialità legate alla destagionalizzazione dei flussi turistici nel territorio belicino nel periodo autunnale, considerato come uno dei periodi più interessanti dal punto di vista dell’accoglienza e dell’offerta turistica.

Il convegno sarà anche l’occasione per un confronto sugli standard minimi di qualità dei luoghi della cultura in Sicilia, a pochi giorni dalla firma del decreto per l’accreditamento.

Il convegno sarà aperto con i saluti istituzionali: Giuseppe Lombardino sindaco di Santa Ninfa, Liborio Furco presidente GAL Elimos, Paolo Calcara presidente EXPO Selinunte Valle del Belìce, Giulia Casamento direttore Riserva Naturale Grotta di Santa Ninfa, Vincenzo Fiammetta presidente Rete Museale e Naturale Belicina, Rosaria Mencarelli del Mibact, Claudio Bocci di FederCulture, Andrea Billi di Ocse, Giuseppe Avenia del Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, Luca Mellina dell’Associazione Guide Turistiche di Trapani, Gianfranco Zanna di Legambiente Sicilia. Le conclusioni sono affidate ad Antonio Purpura, assessore regionale dei Beni Culturali.  

 

News Correlate