giovedì, 15 Aprile 2021

Non solo templi ad Agrigento, per Le vie dei tesori aprono chiese e ipogei

Accanto a Siracusa, Messina e Caltanissetta debutta anche ad Agrigento “Le Vie dei Tesori” che dopo dieci anni di successi a Palermo sbarca anche tra i templi, ma non solo. Sono infatti 19 i luoghi aperti nei prossimi due fine settimana, quelli dal 15 al 17 e dal 22 al 24 settembre: Basilica dell’Immacolata e Conventino dei Frati minori conventuali; Biblioteca Lucchesiana; Cattedrale di San Gerlando e Torre dell’Orologio; Chiesa San Domenico; Chiesa di San Giuseppe; Chiesa di San Lorenzo o del Purgatorio; Chiesa di San Nicola; Chiesa di Santa Maria dei greci; Ex collegio dei Padri Filippini; Giardino Botanico; Ipogeo del Teatro Pirandello detto Ipogeo dell’Acqua Amara;

Ipogeo Vescovado; Monastero e chiostro di Santo Spirito detto Badia Grande; Muetan – Museo etno-antropologico; Museo Diocesano – MUDIA; Santuario dell’Addolorata; Teatro Luigi Pirandello; il Teatro Ellenistico rinvenuto nel 2016 nella Valle dei Templi; e il Santuario di Demetra sempre nella Valle dei Templi.

19 luoghi da scoprire grazie alla collaborazione con Coopculture e con altre associazioni e istituzioni del territorio per due weekend con visite guidate con un contributo da 1 a 2 euro e con le “passeggiate”, veri e propri tour immersivi alla scoperta del territorio guidati da esperti, botanici, storici dell’arte, appassionati che condurranno anche alla vicina Farm Cultural Park e sulla costa con tappa anche alla Scala dei Turchi e in spiagge poco accessibili e quasi deserte.

www.leviedeitesori.it

News Correlate