Palermo, i Giardini Reali di Palazzo dei Normanni aprono ai visitatori

I Giardini Reali di Palazzo dei Normanni a Palermo saranno presto inseriti nel percorso turistico dei visitatori del Complesso Monumentale Palazzo Reale, dando vita ad un’offerta unica che mette insieme storia, arte, religione e botanica. Preludio di quest’apertura è la prima edizione di “Real Verde”, in programma da venerdì 1 a domenica 3 giugno.

Tre giorni alla scoperta degli alberi monumentali, un patrimonio culturale e turistico: incontri, trekking naturalistico urbano, visite guidate e un protagonista assoluto, il gigantesco Ficus Macrophylla che abbraccia un Pino. Sarà presente il poeta e scrittore bergamasco trapiantato in Piemonte, Tiziano Fratus, che ha coniato il concetto di Homo Radix.

L’evento è organizzato da Ars, Fondazione Federico II e Legambiente nell’ottica di una sempre più costante attenzione per i temi del turismo sostenibile, con la preziosa collaborazione interistituzionale del Simua (Sistema Museale d’Ateneo) dell’Università di Palermo e specifico riferimento all’Orto Botanico.

Del resto, il presidente della Fondazione Federico II Gianfranco Miccichè e il direttore Patrizia Monterosso sono convinti che uno degli obiettivi da perseguire è valorizzare, oltre ai beni monumentali, i “monumenti della natura”. In Sicilia i monumenti della natura sono stimati in più di 600, un’enormità rispetto alle altre regioni. L’Isola è tuttavia indietro dal punto di vista legislativo per la catalogazione di questi alberi.

La Fondazione Federico II apre alla città con un trekking naturalistico urbano che, partendo dalla Fossa della Garofala e passando dal Ficus che abbraccia il Pino di Palazzo Reale, si snoda alla scoperta dei monumenti della natura più affascinanti di Palermo.

L’epicentro di Real Verde è ai Giardini Reali ma parte sin da subito un test di network museale-botanico della città: tutti coloro che l’1, il 2 il 3 giugno esibiranno alla biglietteria dell’Orto Botanico il biglietto del Complesso Monumentale Palazzo Reale – Cappella Palatina potranno usufruire di una riduzione.

Nei tre giorni di Real Verde, oltre ai giardini, la Cappella Palatina e la mostra Sicilië, Pittura fiamminga, resteranno aperti dalle 8.15 fino alle 21 (ultimo ingresso ore 20).

L’1, il 2 e il 3 giugno, inoltre, si terrà alle 17 una visita guidata gratuita ai Giardini Reali con Manlio Speciale, curatore dell’Orto Botanico.

Venerdì 1 giugno alle ore 18 è in programma un meeting su “I Monumenti della Natura: uno straordinario patrimonio culturale e naturale” con un ospite d’eccezione: il poeta e scrittore Tiziano Fratus, autore di diversi libri sugli alberi che si definisce “cercatore di alberi”. Presenti anche Gianfranco Miccichè, presidente dell’ARS, Patrizia Monterosso, direttore generale della Fondazione Federico II, Paolo Inglese, direttore del Sistema Museale dell’Università degli Studi di Palermo, Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia, Rosario Schicchi, direttore dell’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo, Giuseppe Barbera, docente di Colture Arborea all’Università degli Studi di Palermo.

Sabato 2 giugno alle 9 spazio al trekking naturalistico urbano con Rosario Schicchi, direttore dell’Orto Botanico di Palermo che illustrerà le piante monumentali che si incontreranno durante il percorso: partenza dalla Fossa della Garofala (appuntamento davanti al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, Ed. 4, Viale delle Scienze); si proseguirà per i Giardini Reali di Palazzo dei Normanni, il Platano di via Merlo, Ficus di Villa Garibaldi, Platani di Goethe di Villa Giulia, Orto Botanico.

Durante la tre giorni di Real Verde, oltre ai giardini, la Cappella Palatina e la mostra Sicilië, Pittura fiamminga, resteranno aperti  dalle 8.15 fino alle 21 (ultimo ingresso ore 20). L’1, il 2 e il 3 giugno, inoltre, si terrà alle 17 una visita guidata gratuita ai Giardini Reali con Manlio Speciale, curatore dell’Orto Botanico.

News Correlate