lunedì, 30 Novembre 2020

Sciacca si candida a terzo polo turistico siciliano nel nome di Antonio Mangia

La consegna della targa della Fijet alla memoria di Antonio Mangia, presidente di Aeroviaggi scomparso prematuramente lo scorso anno, consegnata alla famiglia da Giacomo Glaviano, è stata l’occasione non solo per ricordare la figura dell’uomo e dell’imprenditore ma anche per fare il punto sulla situazione del turismo a Sciacca che grazie anche alla presenza della holding di Aeroviaggi, sta riscoprendo la possibilità di avviare un’azione di rilancio della destinazione, rispolverandone il vecchio sogno di poter diventare terzo polo turistico in Sicilia dopo Taormina e Cefalù.

Lo spunto è emerso dalle recenti dichiarazioni di Marcello Mangia che, anche a nome della famiglia, ha annunciato che Torre del Barone resterà aperto anche nella stagione invernale, sviluppando azioni sinergiche con il Museo dei 5 Sensi di Sciacca. Un annuncio confermato anche nel corso dell’evento che si è svolto all’hotel Torre del Barone di Sciaccamare organizzato dalla Fijet intitolato “Turismo enogastronomico delle eccellenze del Made in Sicily”. All’evento hanno partecipato la giornalista-scrittrice, gastronoma e storica della cucina Anna Martano, sono interenuti anche Toti Piscopo, amministratore Logos Comunicazione e Immagine; Laura Arcilesi titolare di Soleventi&Tour; il vicepresidente della Regione Gaetano Armao; il sindaco di Sciacca Francesca Valenti, l’assessore comunale al Turismo Sino Caracappa e i parlamentari regionali Matteo Mangiacavallo e Michele Catanzaro.

In particolare, Armao ha fatto sapere che nonostante il bando sulle Terme di Sciacca sia andato deserto, verrà riproposto a breve  aggiornandolo con le nuove evidenze legate alla pandemia da coronavirus in corso. Tra le ipotesi anche quella di inserire nel bando la gestione delle Terme di San Calogero per rendere più appetibile l’offerta e più funzionale allo sviluppo della destinazione che oltre a Sciaccamare, conta sul complesso di lusso costituito dal Verdura Resort e da un hinterland che con Ribera, Burgio e Caltabellotta, può guardare con interesse al turismo esperienziale, senza dimenticare la vicinanza con la Scala dei Turchi, Porto Empedocle e la grande attrazione turistica costituita dalla Valle dei Templi.

Altro momento clou della giornata lo showcooking a cura degli chef selezionati dalla scuola “Disciples Escoffier International” guidata da Giovanni Montemaggiore, con la vetrina espositiva dei prodotti tipici artigianali di Sicily Target Excellence. L’idea è del TO siciliano Soleventi e Tour per la valorizzazione dei prodotti locali.

(nella foto da sinistra Marcello Mangia, Giacomo Glaviano, Floriana la moglie di Antonio Mangia, Gaetano Armao, Giuseppe Mangia e Toti Piscopo)

News Correlate