mercoledì, 7 Dicembre 2022

Tre borghi e tre grandi donne del passato: al via festival itinerante

Santa Rosalia, Eleonora d’Aragona e la baronessa a Carini. Tre donne che hanno scritto la storia della Sicilia da protagoniste, che non sono mai scomparse perché ancora vive nei racconti orali e nelle pagine. Su questo filo prende corpo Annod-Omini Fest, un nuovo progetto di narrazione e spettacolo che si srotola nei tre borghi legati alle tre figure femminili: Palazzo Adriano dove ogni mese di febbraio si ripete la famosa fioritura delle rose che leggenda vuole sia legata a Santa Rosalia; Contessa Entellina che ospita santa Maria del Bosco, l’abbazia misteriosa da dove proviene il busto candido di donna Eleonora scolpito dal Laurana e conservato al Museo Abatellis; e infine Carini, con il suo maniero dove ogni pietra racconta l’ “amaru casu” della baronessa, divenuta suo malgrado simbolo ante-litteram di un femminicidio.

Il progetto nasce dalla sinergia tra il Teatro alla Guilla, Le Vie dei Tesori e i tre comuni coinvolti, con il supporto del Ministero dei Beni culturali e della Città metropolitana di Palermo nell’ambito del Bando periferie: un unico percorso che attraversa i tesori dei borghi e che a ogni tappa si arricchisce di performance musicali e teatrali. Al termine del percorso, uno spettacolo in piazza chiude la giornata, coinvolgendo la comunità in una “restituzione” finale. Tutto a ingresso e partecipazione gratuita.

Tre weekend – venerdì, sabato e domenica -, uno per ciascun paese: nel pomeriggio un narratore condurrà tra i tesori del borgo, con tappe e soste affidate a musicisti, attori, performer. E, accanto alle attività in strada, i laboratori dei bambini con Circ’Opificio.

Il primo weekend è il prossimo, 14, 15 e 16 ottobre e si parte da Palazzo Adriano all’ombra del Castello Federiciano: mentre gli artisti circensi di Circ’Opificio coinvolgeranno (tra le 16,30 e le 18,30) i più piccoli in giocolerie, piccole acrobazie, magie leggere, alle 17 avrà inizio il tour nel borgo, condotto da Luigi Rausa e Maria Elena Iozza sulle note di Gioele Incandela; le improvvisazioni musicali sono di Angelo Adamo, la narrazione di Maria Grazia Saccaro, le incursioni canore di Jerusa Barros, per condurre fino alla performance a cura di Eletta Del Castillo.

Questo programma si ripeterà per ciascuno dei tre giorni, mentre la sera sono previsti spettacoli diversi nella piazza iconica di Nuovo Cinema Paradiso: venerdì alle 19 il reading “Ballate da un inferno” con Anton Giulio Pandolfo e le musiche di Francesco Campanella e Francesco Gramuglia; sabato sempre alle 19 lo spettacolo “Domine donna e gli umoristi del 900” con i ragazzi del laboratorio teatrale e domenica la tappa di Palazzo Adriano si chiude con il concerto di Angelo Daddelli & i Picciotti.

Il prossimo weekend di Annod-Omini sarà poi tra il 4 e il 6 novembre tra i fondo ori delle icone greco albanesi dei vicoli di Contessa Entellina; e infine il fine settimana tra l’11 e il 13 novembre tra i vicoli antichi e le cappelle istoriate di Carini, tutti comuni che fanno parte del circuito delle Vie dei Tesori.

News Correlate