martedì, 22 Settembre 2020

Vie dei Tesori, chiusi per maltempo Orto botanico e Fossa della garofala

A causa del maltempo che nelle ultime ore si è abbattuto su Palermo, sono state apportate delle modifiche al programma de Le Vie dei Tesori. Chiusi per danni, dopo il nubifragio, sia l’Orto botanico che la Fossa della Garofala. Palazzo Forcella de Seta invece sarà aperto ai visitatori solo sabato e domenica dalle 9 alle 12 mentre Palazzo Bonocore, a differenza di quanto comunicato in precedenza, non fa orario continuato ma resta aperto dalle 10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.

Aperti la Cattedrale con il tesoro e la cripta medievale; Villa Zito con la sua enorme pinacoteca (venerdì  dalle 10 alle 14, sabato e dalle 16 alle 20).

Per chi vuole scoprire la Palermo ebraica, ecco l’Archivio storico comunale (dalle 10 alle 17,30), il Miqveh (il bagno rituale ebraico) e le Catacombe di San Michele Arcangelo sotto Casa Professa; sono aperti il Politeama Garibaldi (venerdì dalle 12.30 alle 17.30, sabato dalle 10 alle 15.30), il Teatro Montevergini dalle 10 alle 17.30; il Museo Diocesano (venerdì dalle 9.30 alle 13, sabato dalle 10 alle 17.30 e domenica dalle 9.30 alle 13).

Sempre dalle 10 alle 17,30, il Museo delle marionette, la Cappella dei Falegnami, Palazzo di Città, l’Oratorio di San Mercurio, Porta Felice. Stessa ora, ma solo venerdì e sabato la Casina cinese, la Villa Romana a piazza della Vittoria, la collezione lapidea di Palazzo Ajutamicristo e il Castello di Maredolce.

Si scende nella cripta delle Repentite (10-17.30), si sale sulla Torre di San Nicolò di Bari (venerdì dalle 14 alle 17.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 17.30). Le due sedi dell’Archivio di Stato aprono venerdì dalle 15 alle 18.30, sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30, domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30; il complesso di Santa Chiara venerdì dalle 14 alle 17.30, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30.

Il sabato e la domenica i luoghi raddoppiano: dalle 10 alle 17 il Museo geologico Gemmellaro e il Museo di zoologia Doderlein; dalle 9 alle 12.30 si potrà visitare l’Oratorio dei Bianchi; dalle 10 alle 17.30 l’Oratorio di Santa Caterina d’Alessandria, l’Oratorio della Carità di san Pietro ai Crociferi; l’Oratorio e la cripta del Carminello, l’Oratorio di Sant’Elena e Costantino, l’Oratorio dei Santi Pietro e Paolo. E ancora, si potrà scendere nella Catacomba di Porta D’Ossuna, nella cripta Lanza a san Mamiliano e in quella dei Cocchieri alla Kalsa. Sono aperte la Magione con il suo chiostro, Santa Maria del Piliere, la chiesa dell’Origlione. Si potrà anche salire sul campanile di San Giuseppe Cafasso e sulla cupola del Santissimo Salvatore, visitando la chiesa (domenica dalle 14 alle 17.30). Scoprire nel cuore di Ballarò l’ex Ospedale Fatebenefratelli affrescato dal Novelli dalle 9 alle 12.30; e le antiche ceramiche de Stanze del Genio (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17). Fuori dal centro storico, ecco la Camera dello Scirocco di Villa Naselli  in via Ambleri (dalle 10 alle 17.30). Domenica apriranno Villa Whitaker Malfitano e la Camera delle meraviglie, in una casa privata in via Porta di Castro (10-17.30).

News Correlate