sabato, 19 Settembre 2020

Un piano formativo per 102 aziende turistiche del sud-est

L’obiettivo è migliorare la qualità dei servizi che si offrono al turista

Coinvolge 102 aziende del settore turistico-enogastronomico del sud est siciliano BaroQuE, l'ultimo piano formativo messo a punto dalla società Civita srl, finanziato da Fondimpresa, rappresentato da Obr Sicilia per crescere in innovazione e qualità. Complessivamente$ saranno 2.980 le ore di lezioni programmate per 554 dipendenti.
"Il Sud Est siciliano – ha commentato Nanda D'Amore, presidente di Civita – è un territorio a vocazione turistica ma che possiede anche una grande tradizione eno-gastronomica con aziende ormai entrate nella memoria collettiva, come il Caffè Sicilia e la trattoria Carmine a Noto e la cioccolateria Bonajuto a Modica, avamposti di un percorso del gusto che ci porta fino ad Avola con le specialità alla mandorla o a Bronte e al suo pistacchio. Baroque è un progetto in carne e ossa che racconta storie d'impresa che fanno la differenza in un territorio".
E il Comune di Noto è la prima amministrazione pubblica che aderisce a un piano formativo.  "Abbiamo aderito con entusiasmo sin dalla fase della progettazione – ha sottolineato Costanza Messina, vicesindaco di Noto – Per noi è stato importante avere dei partner solidi come Civita, Obr, Fondimpresa che hanno proposto un progetto che fa sistema ed è aggregativo non solo rispetto a enti pubblici e privati ma anche rispetto all'intero comprensorio del sud-est".
Delle 102 realtà imprenditoriali che hanno aderito al piano, 43 sono di Catania, 35 di Siracusa, 24 di Ragusa. "Noi pensiamo che se ne aggiungeranno delle altre – ha detto Antonella Rizza, componente di Civita –  La formazione continua è un investimento importante per le aziende per migliorare la qualità dei servizi che si offrono al turista".

News Correlate