mercoledì, 8 aprile 2020

A Bit2020 le esigenze di pubblico e privato trovano il giusto equilibrio

Il successo registrato dallo Stand della Sicilia all’ultima Bit di Milano, insieme al gradimento espresso dalla maggior parte degli operatori turistici, si contrappone ai malumori del recente passato in cui la pertecipazione alle fiere turistiche da parte della Regione siciliana era accompagnata da un malcontento diffuso tra gli addetti ai lavori.

Questa volta, invece, sembra proprio che lo stand abbia raggiunto un risultato importante: è riuscito a diventare punto di equilibrio tra le esigenze di promozione e di supporto alla commercializzazione sia del pubblico che del privato.

Sui social esprimono diverso parere alla news pubblicata ieri “La Sicilia convince a Bit2020. Prossimo appuntamento: Travelexpo“, due operatori siciliani che formalmente dissentono dal clima di soddisfazione, ma senza spiegarne le motivazioni, ragion per cui saremmo felici se ce le esponessero così da poter pubblicare anche il loro contributo d’idee. Giuseppe Molica Colella scrive: “mi dispiace dissentire, ma se senti gli operatori la musica è diversa”. E Giovanni Traina aggiunge: “La Sicilia alla deriva che sta affondando!”.

News Correlate