A Gangi oltre sei mila spettatori per il presepe vivente sotto la neve

A Gangi una coltre di candida neve ha salutato l’edizione numero undici del presepe vivente “Da Nazareth a Betlemme”. Sono stati oltre seimila i visitatori, provenienti da tutta Italia, che in quattro sere (12/13 spettacoli quotidiani) hanno invaso i vicoli del borgo per ammirare la magia del presepe vivente definito il più bello d’Europa. Una rappresentazione scenica, un vero e proprio laboratorio teatrale, che è stato allestito in un palcoscenico naturale quello costruito nell’antico quartiere di Santa Lucia e lungo via Madrice.

Vicoli e slarghi, per l’occasione sono stati trasformati nelle caratteristiche ambientazioni di Betlemme e Nazareth.

Una monumentale macchina scenica, quella messa in campo dall’Associazione Culturale “Da Nazareth a Betlemme”, con grande impiego di mezzi e persone, effetti speciali e un cast di attori dilettanti ma anche professionisti che hanno sfidato le temperature rigide del periodo.

La regia è stata curata da Carmelo Domina e Peppuccio Ballistreri, le musiche e colonne sonore da Giovanni Germanà, la voce fuori campo da Santi Cicardo e la consulenza storica da Stefano Sauro.

 

News Correlate