domenica, 11 Aprile 2021

Agrigento, consulta del turismo al lavoro per pianificare stagione estiva

Sono 2 milioni e 314mila euro i fondi derivanti dalla tassa di “scopo” raccolti dal 2017 ad oggi dal Comune di Agrigento e che ancora non risultano spesi perché si attende l’approvazione del bilancio consuntivo 2019. La cifra, secondo quanto riporta il sito agrigentooggi.it, è stata dichiarata nel corso dei lavori della prima riunione della consulta del turismo che adesso dovrà discutere su come investire queste somme tra servizi connessi al turismo, decoro urbano e promozione turistica.

“Questo periodo di lockdown – ha detto il sindaco di Agrigento, Franco Micciché – deve servire per elaborare idee e per pianificare una volta per tutte la stagione turistica”.

Con l’insediamento diventa così operativo l’organismo istituito lo scorso 3 febbraio con l’obiettivo di dare un contributo tecnico all’amministrazione Miccichè sui temi del turismo. Associazioni, amministrazione comunale, operatori cercheranno insieme di programmare il turismo ad Agrigento, ognuno per la propria parte saprà e vorrà dare il contributo per il bene della città.

Fanno parte della consulta, che tornerà ad aggiornarsi a breve, l’assessore comunale al Turismo Francesco Picarella, i consiglieri comunali designati per conto della prima e della quinta commissione Angelo Vaccarello e Carmelo Cantone, l’associazione TTT Aps (Gaetano Di Ballo), Confcommercio Agrigento (Giovanna Sciacca), il Distretto Turistico Valle dei Templi (Fabrizio La Gaipa), Conflavoro Pmi (Vincenzo Agrò), Pro Loco Agrigento (Christian Vassallo) , Cna Confederazione nazionale artigianato (Claudio Spoto), Associazione culturale dilettantistica VisitAgrigento (Marcello Mira) , Associazione Immagina Aps (Angelo Licata), Associazione Tante Case Tante Idee (Domenico Vecchio), Associazione Abba (Settimio Vinti), Consorzio Turistico Valle dei Templi (Emanuele Farruggia) e associazione Fiavet Sicilia (Calogero Bellavia).

News Correlate