giovedì, 13 Maggio 2021

Autorità portuale Stretto: ok a 9 mln per rilancio, si punta su crocierismo

Approvato il rendiconto dell’Autorità del sistema portuale dello Stretto ed illustrato il progetto ReSt (Recovery Strait) contenente una serie di iniziative da sviluppare nel triennio 2021/2023 per il sostegno e il rilancio dell’economia portuale nei Porti dello Stretto. Il progetto è stato elaborato dal presidente dell’Autorità Mario Mega, con il supporto degli uffici dell’Ente, dopo una attenta fase di ascolto e confronto con gli operatori portuali dove sono state rilevate le principali criticità prodotte dalla pandemia e le possibili azioni di rilancio.

“La finalità del progetto – ha spiegato Mega – per la cui attuazione sarà possibile utilizzare 9 mln di euro delle nostre disponibilità di bilancio, è quello di avviare delle azioni innovative che consentano principalmente di rilanciare il settore del crocierismo, di sostenere le aziende a potenziare il welfare dei lavoratori impegnati in tutti i nostri porti e delle loro famiglie e di aiutare concessionari ed operatori a programmare la ripartenza anche con incentivi di natura economica sugli investimenti in interventi per la transizione ecologica delle loro attività e dei loro impianti. Nelle prossime settimane – ha concluso – trasformeremo, con la collaborazione degli stessi operatori e dei nostri stakeholder, le idee in azioni concrete così da avviare prima possibile tutte le iniziative”.

News Correlate