giovedì, 15 Aprile 2021

Castiglione punta sulle case a 1 euro, siglato accordo con la Its for Sicily di Londra

Il Comune di Castiglione di Sicilia ha firmato un accordo di collaborazione con la ITS for Sicily Ltd con sede a Londra con cui di fatto si dà inizio ad un progetto di recupero del centro storico, dove sono state censite 1777 unità abitative di cui 937 abbandonate. La collaborazione con la società londinese è solo una fase di un progetto più ampio che punta ad immettere, sul mercato immobiliare le numerose case abbandonate, o spesso proprio dirute, coinvolgendo i proprietari, col collaudato meccanismo delle Case ad 1 Euro o comunque a prezzi agevolati, puntando così a valorizzare pure alcuni storici quartieri, come la Giudecca, ed altri caratteristici del borgo medievale.

“In conformità a quanto indicato nel nostro programma elettorale, abbiamo dato mandato circa un anno fa, all’ufficio tecnico comunale, di predisporre un piano di dettaglio del centro storico. È stato previsto un piano di sviluppo strategico dell’intero centro storico con un progetto di rifunzionalizzazione dello stesso. Grazie a questo importante lavoro ed alla bellezza del nostro borgo che abbiamo potuto stipulare un accordo di collaborazione con ITS for SICILY, con la finalità di attrarre investimenti esteri nel settore immobiliare. L’ obiettivo che ci proponiamo è combattere lo spopolamento che tutti i Borghi stanno vivendo, riqualificando gli immobili abbandonati per destinarli ad attività ricettive, residenziali e commerciali”, dice il sindaco Antonio Camarda.

“Siglare questo accordo – aggiunge l’assessore Filippo Giannetto – rappresenta una tappa importante della visione progettuale di sviluppo. La riqualificazione degli immobili, attraverso questo accordo, rientra a pieno titolo nella nostra visione progettuale-amministrativa, che vede il borgo di Castiglione al centro di un sistema atto a far vivere ai visitatori un’esperienza unica attraverso una mobilità sostenibile che va dall’Alcantara ai crateri sommitali dell’Etna, passando attraverso i vigneti DOC con la possibilità di degustare dei vini unici al mondo prodotti dal suolo vulcanico”.

“Il marketing è solo una prima fase, il nostro obiettivo è creare economia circolare sul territorio, facendo convogliare investimenti ma creando pure servizi. Partendo dal modello sperimentato già a Genova, in Sicilia stiamo seguendo già 10 borghi”, conclude Sebastiano Missineo per ITS for Sicily.

Inoltre, è già stato istituito un ufficio comunale specifico che ha già avviato i contatti con i privati per sensibilizzarli al progetto e dare tutte le informazioni necessarie.

News Correlate