mercoledì, 19 Gennaio 2022

Favignana, aumenta tassa di sbarco: in estate sarà di 5 euro

Aumenta il “contributo di sbarco” nelle Egadi: esclusivamente nel periodo di alta stagione (dall’1 giugno al 30 settembre) si pagheranno 1,50 euro in più per Favignana e 1 euro in più per Levanzo e Marettimo. Dunque, per i 4 mesi estivi il contributo di sbarco sale da 3,50 euro a 5 euro per Favignana e da 1,50 a 2,50 per Levanzo e Marettimo.

“Abbiamo adeguato il contributo di sbarco tenendo conto che la sua funzione è quella di contribuire ad offrire servizi oltre che ai nostri cittadini alle decine di migliaia di turisti che visitano le isole nel periodo estivo – ha detto il sindaco Francesco Forgione – Ciò anche in considerazione che nelle nostre isole i turisti e i visitatori non pagano la tassa di soggiorno, che oscilla tra i 2,50 euro e i 5 euro giornalieri, come avviene in altri Comuni per le strutture ricettive di tutte le località turistiche. Abbiamo applicato le tariffe già in vigore nella gran parte delle isole siciliane e italiane secondo i parametri stabiliti dalla legge e solo nel periodo da giugno e settembre. Naturalmente sono esclusi i residenti, i lavoratori, i proprietari di case, i nativi con i loro nuclei familiari. Si tratta quindi di un contributo di solidarietà per i costi dei servizi che il nostro comune deve sostenere nella stagione in cui la popolazione si moltiplica e occorre preservare la qualità e la pulizia dell’ambiente e del territorio”.

Inoltre il primo cittadino lamenta la situazione in cui versa il porto dove la passerella di imbarco e sbarco passeggeri al molo “Genitivo” è crollata, ancora una volta, in mare. “E’ la quinta volta che succede – dice Forgione – la Regione siciliana e l’assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture Marco Falcone intervengano immediatamente e in modo definitivo. Intanto, ai cittadini di Favignana e ai visitatori dell’isola va garantito il trasporto e la sicurezza. La Regione siciliana e la compagnia di navigazione Liberty Lines devono garantire la continuità territoriale ed i collegamenti da Trapani a Favignana e viceversa senza sopprimere le corse gestite con aliscafi. L’attracco al momento è infatti consentito ai soli mezzi ‘catamarano’ e ‘monocarena’ fino al ripristino della funzionalità del sistema e la conseguente messa in sicurezza dell’area adibita al transito passeggeri. Bisogna intervenire già nelle prossime ore, perché questa situazione non è più tollerabile”.

News Correlate