lunedì, 20 Settembre 2021

Francesco Migliazzo è il nuovo presidente del GAL Madonie

Francesco Paolo Migliazzo è stato eletto per acclamazione come nuovo presidente del GAL Madonie. Il sindaco di Gangi succede a Santo Inguaggiato che ha guidato l’Ente dal febbraio 2018. Così come il presidente anche il suo vice Croce Scelfo è stato designato per acclamazione dal Consiglio di Amministrazione che era stato rinnovato nell’assemblea dei soci che si è tenuta lo scorso 9 luglio.
“Nell’esprimere un sentimento di gratitudine nei confronti di tutti i membri del neo eletto Consiglio per la fiducia accordatami – dichiara Francesco Migliazzo – rivolgo un doveroso ringraziamento al Presidente e al CdA uscente per il proficuo lavoro svolto che ha portato il GAL Madonie ad essere protagonista anche nella Rete Rurale Siciliana che accorpa tutti i GAL della Sicilia. Mi accingo a raccogliere questa sfida consapevole dell’importanza e del ruolo che occupa il GAL nello sviluppo e nella promozione del vasto territorio di riferimento. Il nostro primario obiettivo – continua il neo Presidente – sarà quello di far emergere idee e sviluppare iniziative, raccogliendo le istanze e dialogando con tutti i principali attori pubblici e privati del comprensorio. Cercheremo di sfruttare tutte le opportunità che si presenteranno con la nuova programmazione e le ingenti risorse comunitarie che contiamo di ottenere.  L’intento è quello di rendere il GAL uno strumento che valorizzi le risorse umane, sociali e culturali e non solo quelle economiche. Tengo a precisare – conclude Migliazzo – che il mio mandato e, ovviamente, quello del Consiglio, avrà come filo conduttore la collaborazione e lo spirito di squadra.  Con tale auspicio auguro buon lavoro al vice presidente Croce Scelfo ai membri del nuovo CdA e a tutta la struttura amministrativa”, ha detto il neo presidente Francesco Migliazzo.
Del Consiglio di amministrazione fanno parte: Bellavia Davide, Coscienza Silvia, Costanza Gaglio Giuseppe, Farinella Antonio, Macaluso Michele, Mazzarisi Salvatore, Mesi Antonino, Mure Claudia, Nicolosi Giovanni.

 

News Correlate