lunedì, 27 Settembre 2021

Il Distretto Pescaturismo guarda alla promozione all’estero

Prosegue l’azione di promozione del Distretto Turistico Pescaturismo e Cultura del Mare. Dopo aver rivolto le proprie iniziative in ambito territoriale, ora si passati alla seconda fase, quella dell’internazionalizzazione, con l’obiettivo di catturare l’attenzione anche da parte dei player del settore turistico.

In quest’ottica si inserisce il workshop di presentazione in programma domani, venerdì 13 novembre a Riga, in Lettonia, dove il Distretto Turistico presieduto da Fabio Nicosia sarà presente per proporre pacchetti vacanze in Sicilia e per favorire gli incontri b2b con gli operatori del settore, nell’ambito del progetto “Mare d’Europa”.

“Mare d’Europa – spiega Nicosia – è una delle iniziative che in brevissimo periodo stiamo portando a termine dimostrando come, dotandosi per tempo di un’adeguata progettualità, sia possibile sfruttare bene i fondi europei. Sono stati scelti dei Paesi bersaglio dove svolgere le presentazioni dei territori del Distretto e l’offerta dei pacchetti turistici realizzati attraverso un altro progetto concluso in questi giorni”.

La prima tappa di “Mare d’Europa” si è svolta a Praga dove il Distretto Turistico ha partecipato nei giorni 20 e 21 ottobre alla Fiera internazionale del Turismo Travel Meeting Point. Adesso c’è l’appuntamento a Riga e poi il 19 novembre a Sofia, in Bulgaria, con un evento in collaborazione con la Camera di Commercio bulgara e infine a Milano il 23 novembre.

Il mare oggi rappresenta 80% dei flussi turistici della Sicilia stimati in 13 milioni di presenze. Attualmente ne sono soci 12 Comuni: Cefalù; Vittoria; Terrasini; Isola delle Femmine; Santa Croce Camerina; Trappeto; Balestrate; Pozzallo; Augusta; Ustica; Petrosino; Pachino; per un totale di oltre 17 mila posti letto.

www.sicilianjourney.com 

 

News Correlate