mercoledì, 27 Gennaio 2021

Madonie protagonista in Registro eredità immateriali

Madonie protagoniste nell'istituzione del Registro delle Eredità immateriali della Sicilia. Tra le numerose istanze presentate dal Gal Isc Madonie, sono finite nello speciale elenco, proposto dal Gal Madonie, per esempio: le ricamatrici e le confraternite di Gangi, gli agnidduzzi ri Pasqua, serafineddri e i cavaduzzi e palummeddi di cascavaddu di Geraci Siculo, lo "Scottish geracese" (ballo tipico), tra le feste "a Vecchia" di Gratteri e tra i tesori viventi l'intagliatore di Bastoni di Blufi. A fare la parte del leone, nel riconoscimento delle eredità immateriali, è stato il Comune di Gangi, con ben nove eredità approvate.
"Una sensibilizzazione verso il patrimonio immateriale e alla sua conoscenza – sottolinea il presidente del Gal Madonie Bartolo Vienna – un patrimonio culturale tramandato di generazione in generazione che rischia di disperdersi ma che invece può concorrere allo sviluppo locale in termini di sostenibilità e può produrre un forte impatto sulle realtà locali, accrescere la consapevolezza verso le risorse culturali dei territori e il loro riuso, favorire il rafforzamento del legame tra beni culturali e identità territoriale e coinvolgere le generazioni più giovani in esperienze dirette di ricerca sul patrimonio culturale immateriale".

News Correlate