Palermo, nasce la Pro Loco Romagnolo per rilanciare la Costa Sud

Un gruppo di cittadini palermitani ha fondato la Pro Loco Romagnolo, iscritta all’albo con decreto dell’ufficio regionale turismo del 25 settembre 2019. Sedici i soci fondatori: Pietro Spanò, Giovanni Colletti, Emanuele Drago, Antonio Saccullo, Giulia Petrucci (‘48), Pietro Calabrese, Maria Fatima Mignosi, Giovanni Battista Cardella, Giovanni Cardella, Giulia Petrucci (’47), Domenico Rosario Spanò, Serafina Capotummino, Rosaria Profeta, Fabrizio Mangano, Alberto Angeletti, Filippo Spanò. Presidente è stato eletto Giovanni Colletti, un passato da consigliere di circoscrizione e da presidente della commissione speciale “Il mare e la costa oltre l’Oreto”.

Dal direttivo, composto da 11 persone, sono stati eletti successivamente vicepresidente il professore Emanuele Drago, la  segretaria/tesoriere Rosaria Profeta (host del primo b&b sorto a Romagnolo), il revisore dei conti Egle Capotummino (casalinga).

La ProLoco Romagnolo si prefigge lo scopo di far riaccendere i riflettori sulla costa sud palermitana, dimenticata da decenni e in passato meta della Palermo per bene negli stabilimenti balneari Virzi e Petrucci, oltre alla rivalutazione dei luoghi di interesse artistico culturale della stessa. Il 18 ottobre, alle 17, la Pro Loco verrà presentata ufficialmente ai cittadini, con una manifestazione presso l’aula polifunzionale del Buccheri La Ferla.

 

 

 

News Correlate