sabato, 18 Settembre 2021

Per Piano Battaglia un’altra stagione senza sciatori?

Si era fermato tutto ormai sette anni fa. Nel 2006 gli impianti sciistici di Piano Battaglia infatti vengono dichiarati "ferro vecchio", desueti, inutilizzabili, fuori legge. Le attività della stazione si bloccano. Poi arriva un progetto nuovo di zecca e poco più di tre milioni di euro già stanziati dall'assessorato regionale al Turismo per il restyling degli impianti. Ma ora sembra che tutto si sia arenato di nuovo. E così Piano Battaglia si appresta a vivere un'altra stagione da dimenticare, senza sciatori.
Dagli uffici regionali riecheggia un silenzio inquietante. Cosa sia accaduto durante gli ultimi due incontri della commissione di gara, del 29 novembre e del 6 dicembre, nelle stanze dell'Urega, l'Ufficio regionale per l'espletamento delle gare d'appalto, non è ancora chiaro. Almeno da quanto si apprende leggendo il sito internet dell'ufficio, dove non c'è ancora traccia dei verbali di gara, a differenza dei precedenti incontri, tutti puntualmente documentati. Intanto, dalla commissariata Provincia di Palermo, ente appaltante dell'infrastruttura, trapela pochissimo sugli sviluppi della storia. "Stiamo lavorando per risolvere una vicenda molto complessa – spiega Filippo Spallina, capo di gabinetto del commissario Domenico Tucci, a Siciliainformazioni – spero che dalla prossima settimana ci possano essere le prime indicazioni per risolvere la questione".  
Eppure, sembrava la volta buona. Piste spianate per l'unico concorrente che ha partecipato al bando pubblicato lo scorso luglio, la società Piano Battaglia s.r.l insieme alla CCM Finotello s.r.l., con un progetto per la realizzazione di una nuova seggiovia ed un nuovo skilift. Perché, allora, questo stallo anche considerato che il 31 dicembre è la data ultima entro cui impegnare le somme stanziate?

News Correlate