martedì, 1 Dicembre 2020

Turismo natura: nel messinese fa rima con ‘I cinque colori’

C’è anche il progetto “I cinque colori”, presentato dal Messina Tourism Bureau tra i progetti sul turismo naturalistico che saranno finanziati dall’assessorato regionale del Turismo

Il progetto, per cui sono previsti 138 mila euro di fondi, si prefigge di creare una rete di operatori pubblici e privati impegnati sinergicamente in un’azione di posizionamento strategico del territorio compreso tra Messina, Patti e le Eolie, sul segmento del mercato turistico legato alla motivazione di viaggio “natura”. Previsti interventi di analisi e studio, formazione e specializzazione, accanto ad attività di miglioramento degli standard ambientali e di fruizione del patrimonio naturalistico, oltre ad una specifica attività di promozione. Il territorio interessato racchiude una delle principali attrazioni turistiche con vocazione ambientale a livello assoluto come le isole Eolie, oltre ad alcuni dei principali siti ambientali della provincia di Messina come i Peloritani e lo Stretto, la Laguna di Ganzirri e Capo Peloro, i Laghetti di Marinello, la Riserva di Capo Milazzo.

“Si tratta – commenta il presidente del Mtb, Gaetano Majolino – di un riconoscimento importante perché premia la capacità di iniziativa, programmazione e collaborazione che questa rete di qualificati soggetti, pubblici e privati, appartenenti a vario titolo alla filiera del turismo naturalistico, ha saputo esprimere. Sono convinto – ha aggiunto – che il lavoro, la competenza e la capacità di cooperare possano creare un valore aggiunto e rappresentare la chiave di volta per un percorso virtuoso di sviluppo locale”. 

News Correlate