mercoledì, 2 Dicembre 2020

Vivere Pantelleria: ecco i pacchetti taylor made per le scuole superiori

Anche Vivere Pantelleria ha accettato la sfida di portare nuovi flussi turistici, in questo caso, studenti, sulla perla nera del mediterraneo e così, in collaborazione con Dat e l’aeroporto di Trapani, è pronta a lanciare sul mercato pacchetti con tariffe dedicate per gli istituti superiori, in particolare degli indirizzi classico, agrario e turistico.

I pacchetti saranno disponibili da novembre e sino al 31 maggio. I prezzi vanno dai 150 euro per il tour di un giorno che include volo visite, escursioni e trasferimenti, mentre quello di una notte/due giorni costa 250 euro e quello di 2 notti/3 giorni ha una tariffa di circa 320 euro. Le ultime due proposte includono pernottamento in hotel sull’isola con sistemazione in pensione completa, ovvero cena in hotel e pranzo in formula pic-nic in aziende agricole e/o cantine.

“Pantelleria – spiega Danilo Giglio, responsabile di Vivere Pantelleria a Travelnostop.com – è un territorio eterogeneo che consente di viverla anche fuori dalla stagione balneare con il ricchissimo entroterra fatto di archeologia e natura. Abbiamo ideato tour diversificati in base all’indirizzo di studio, ad esempio per gli studenti dell’indirizzo turistico proponiamo una vera e propria opportunità di training on the job: li accoglieremo all’interno della nostra sede cosicché vedranno le nostre operatori all’opera sia per quanto riguarda il lavoro di TO che di adv. Per gli studenti dell’agrario invece il focus sarà la vite ad alberello, da qualche anno entrato nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità, e la produzione del passito; mentre per gli studenti del classico la tecnica di costruzione del dammuso e i nuovi ritrovamenti dell’acropoli di San Marco: un bellissimo rivestimento di mosaico perfettamente conservato”.

Le proposte prevedono tour one day, con escursioni tra il paesaggio rurale e l’agricoltura
eroica: i cappereti, le viti ad alberello e i terrazzamenti. La vallata di Monastero con il suo paesaggio ricco di muretti a secco realizzati dall’uomo, i giardini panteschi che proteggono l’albero di agrume dal vento, creando un microclima ideale. Visite della cantina Murana, con assaggio di prodotti tipici locali e il passito. Oppure il tour sul vulcanesimo con l’aspetto geologico dell’isola, la Piana di Ghirlanda e la vallata di Monastero, l’Arco dell’Elefante e il golfetto di Cala Gadir con le sue acque termali, il lago specchio di Venere, con il suo fango terapeutico che è possibile cospargere sulla pelle.

La proposta di due giorni, con il pernottamento in hotel del centro, permette di conoscere archeologia,
natura e anche le tradizioni gastronomiche del territorio come tuma e ricotta pantesca, impreziosita con la
granella di cocunci e il cappero croccante. Seconda giornata archeologica, con visita dell’acropoli di San Marco e del castello medievale con le sue tre teste imperiali, una scoperta archeologica del 2005, e ancora, la necropoli dei Sesi.

 

http://www.viverepantelleria.it

News Correlate