venerdì, 7 Maggio 2021

Da Ars ok a emendamento da 83mln per contratto Trenitalia

L’Ars ha approvato l’emendamento da 83 milioni di euro per il contratto di servizio Trenitalia che si aggiungono ai 111,5 milioni annui stanziati dal ministero dei Trasporti.

Soddisfazione è stata espressa dalle federazioni dei trasporti di Cgil, Cisl, Uil, secondo cui si tratta di un passaggio determinante per il rilancio del trasporto ferroviario nell’isola che consentirà finalmente alla Sicilia di porre in essere un servizio ferroviario migliore per l’utenza e al tempo stesso il rinnovo progressivo dell’intero parco rotabile oggi tra i più vetusti d’Italia.

“In un momento di forte crisi economica – sostengono i segretari regionali di Filt-Cgil , Fit-Cisl e Uiltrasporti, Franco Spanò, Amedeo Benigno e Agostino Falanga i sindacati – la sottoscrizione del contratto di servizio su ferro oltre a dare stabilità occupazionale all’intero comparto, consentirà di rilanciare la mobilità collettiva locale fra le varie province siciliane, calmierare le tariffe all’utenza e dare slancio allo sviluppo economico della nostra regione. Le ferrovie siciliane hanno oggi l’opportunità di recuperare un gap ventennale – concludo – e questo passa inevitabilmente da una rete ferroviaria ammodernata ed efficiente per la quale chiederemo maggiori investimenti, ma anche da un incremento quantitativo e qualitativo degli attuali servizi offerti all’utenza a cui il prossimo contratto di servizio può dare finalmente adeguate risposte”.

 

News Correlate