venerdì, 7 Ottobre 2022

A TravelexpoIn vincono i territori

E la bozza sarà utilizzata come base per il piano triennale della Regione

Oltre 500 operatori turistici, tra cui una ventina di buyer nazionali, hanno preso parte alla II edizione di TravelexpoIn, Salone del'offerta turistica siciliana d'eccellenza, che si è chiuso ieri, domenica 30 gennaio, al San Paolo Palace di Palermo, al termine di tre giorni di lavori. La manifestazione, organizzata dalla Logos Comunicazione e Immagine, ha voluto rimettere la Sicilia turistica al centro dell'attenzione dei siciliani, oltre che dei buyer nazionali del settore leisure e congressuale.
Alto gradimento per la qualità dei contatti è stato mostrato dagli espositori presenti che hanno ribadito l'importanza di partecipare a manifestazioni del genere per rilanciare la Sicilia. Soddisfatti anche i giovani protagonisti de "La Vetrina dei Progetti" che in quest'edizione hanno avuto la possibilità di avere un confronto no-stop con operatori ed imprenditori turistici. "Una grande opportunità per presentare le nostre idee – hanno detto – soprattutto ai territori presenti che ci hanno dimostrato un certo interesse". Ed è stata proprio la presenza dei territori il plus di quest'edizione di TravelexpoIn. Gli stand del costituendo Distretto delle Isole e degli Arcipelaghi di Sicilia ma anche quelli dei diversi territori siciliani, moltissimi dei quali rappresentati dall'Unpli Sicilia, sono sempre stati affollatissimi così come gli spazi degli operatori che puntano sui prodotti di nicchia.
Grande interesse è stato manifestato anche per "La bozza per il progetto per uno sviluppo turistico possibile". Il documento elaborato da Toti Piscopo e presentato da Travelnostop.com durante l'Open Forum "La Sicilia per la Sicilia" è stato condiviso da Marco Salerno, direttore generale dell'assessorato regionale al Turismo, il quale ha annunciato che lo utilizzerà come base per redigere la relazione programmatica triennale delle attività turistiche della Regione che verrà presentata entro l'estate.
Positivo anche il commento di Giovanni Avanti, presidente della Provincia Regionale di Palermo che ha riconosciuto la validità della formula di TravelexpoIn della quale la Provincia di Palermo si è posta al fianco della Logos, insieme all'assessorato regionale al Turismo, sin dalla prima edizione. "E' condivisibile l'ipotesi progettuale elaborata nel documento – commenta Avanti – e può costituire una traccia di lavoro utile per sviluppare un percorso comune di crescita dei territori, insieme agli operatori privati del settore".
"Le crisi vanno affrontate con i fatti più che con le parole – dice Toti Piscopo, amministratore unico della Logos – TravelexpoIN e la bozza costituivano alla vigilia un tentativo in tal senso, il giorno dopo possiamo dire di essere certi di aver buttato più di un seme che ognuno può coltivare secondo propria capacità e volontà". 
Sulla stessa lunghezza d'onda la indicazione di Nino la Spina, presidente dell'Unpli Sicilia, l'Unione delle Pro Loco siciliane: "Sulla linea tracciata dalla Bozza puntiamo ad avere un momento di confronto diretto tra Comuni e Pro-Loco per individuare una comune strategia che punti su accoglienza, valorizzazione dei territori,  ma soprattutto supporto alla commercializzazione da offrire a Tour Operator ed agenti di viaggio".

News Correlate