venerdì, 9 Dicembre 2022

Meno venditore e più consulente, le adv si raccontano a Ragusa

Guardare con positività al futuro delle agenzie di viaggio, senza perdere la speranza e guardando al Capodanno e alle vacanze degli italiani del 2022 come un punto di rinascita. Vivono così la voglia di lavorare gli agenti di viaggio che hanno partecipato al Roadshow organizzato da Travelexpo a Ragusa nella serata di ieri, ospiti del Mediterraneo Palace Hotel.

“La vita di chi lavora nelle agenzie di viaggio per ora è un po’ dura – conferma Rino Portelli della Rino Viaggi – però abbiamo voglia di ripartire alla grande. Partecipare ad eventi come questi vuol dire incontrare diversi amici e professionisti con cui ci conosciamo da anni, ma anche colleghi che da quasi due anni non incontravamo. Così si rimette in gioco tutto il meccanismo degli affari”. Sulle dichiarazioni del presidente di Federalberghi Ragusa Rosario Dibbernardo, che ha parlato di “prenotazioni zero” per gli alberghi di Ragusa a dicembre, Portelli sostiene che “non è una esagerazione. Ma d’altra parte nei telegiornali si parla del coronavirus e la gente è sfiduciata nel momento in cui deve decidere di prenotare una vacanza. Avremmo bisogno di un sostegno morale ed economico”. E per il 2022? “Consiglierei di andare sul sicuro e sceglierei una crociera. Oppure di volare in luoghi dove tutto è sotto controllo come Dubai”.

Anche per Gino Raniolo, per 40 anni agente di viaggio e ora, da pensionato, consulente, “oggi fare questo lavoro non è semplice, causa le restrizioni economiche del covid. Ma abbiamo speranze per il futuro prossimo. La gente ha tanta voglia di viaggiare. Siamo qui a dare tutti i suggerimenti e le consulenze che ci richiedono, contro ogni rischio. Il ruolo dell’agente di viaggio è cambiato. Ormai è un professionista della consulenza. Bisogna prepararsi molto più di prima, quando bastava solo vendere dei biglietti di aereo e di treno. Bisogna conoscere bene le destinazioni e gli alberghi. Per il futuro? Tutto cambia per migliorare. Non siamo più nell’era del Gattopardo”.

 

E proprio sulla scia di queste motivazioni e di questo cambio di passo delle agenzie, sono diversi gli agenti che, nel corso delle tappe del Roadshow che via via si stanno svolgendo in tutta l’Isola, hanno deciso di aderire all’iniziativa “Adv a porte aperte“, tenendo le saracinesche alzate anche domenica 5 dicembre. Un importante segnale di ottimismo e di positività in un momento non facile e di cui le adv possono ancora approfittare: per iscriversi basta compilare il form al link https://www.travelexpo.it/form-advpp

Intanto, proprio in questo momento, il workshop B2B è in corso al Federico II Palace Hotel di Enna mentre all’ora dell’aperitivo, dalle 18.30 alle 21, gli adv potranno incontrare gli operatori ad Agrigento al Grand Hotel Mosè. Domani, venerdì 3 dicembre, il gran finale: dalle 12 alle 15 all’Aeroporto di Trapani Birgi e a Palermo dalle 18.30 alle 21 all’Astoria Palace Hotel.

Per partecipare ai workshop gli agenti di viaggio possono preaccreditarsi al link https://www.travelexpo.it/roadshow o recarsi direttamente nelle strutture che ospitano il Travelexpo Roadshow con un biglietto di visita che attesti la professione di adv.

News Correlate