martedì, 21 Settembre 2021

Scalo Isola d’Elba, nel 2013 pax in crescita dell’1,7%

Alatoscana SpA, società che gestisce l’aeroporto dell’Isola d’Elba, ha reso noti i dati del traffico passeggeri del 2013. L’anno ha chiuso con 16.960 passeggeri transitati, un +1,7% rispetto al 2012 confermando così il trend positivo dell’ultimo triennio (+3,5%).
”Il risultato dello scalo elbano – spiega una nota – è stato frenato dall’assenza nella stagione estiva 2013 del volo per Milano (Malpensa/Bergamo) che lo scorso anno aveva trasportato 1.760 passeggeri. Al netto di tale discontinuità il traffico dell’aeroporto elbano avrebbe realizzato una crescita del 13,7%”.
Secondo Alatoscana il risultato ottenuto mette in luce 2 elementi fondamentali come la vocazione di scalo internazionale dell’aeroporto (+ 15% rispetto al 2012, in linea con l’incremento dei voli internazionali, pari al 15,5%) e la necessità di programmi di supporto all'attività nazionale. 
Nel 2013 infatti, oltre ai collegamenti consolidati di Zurigo, Monaco, Friedrichsafen e Berna, sono stati attivati nuovi collegamenti per Altenrhein – St. Gallen (operato dal vettore Intersky) e per Les Eplatures – Chaux du Fond (operato da Air Glacier). Tali voli sono già stati confermati anche per la stagione estiva 2014. Sono inoltre in fase di definizione contatti per l’apertura nella stagione estiva 2014 di un collegamento diretto con Lugano e per la ripresa di quello con Milano Malpensa.
Il traffico di aviazione privata  registra una crescita (+ 11,2%), superando i 3.000 passeggeri, con il contributo dei voli internazionali che segnano un aumento del 21,9%.
“Il trend conseguito in questi 2-3 anni ci conforta nel proseguire il cammino iniziato con le categorie economiche per lo sviluppo del turismo all’Elba e con i nostri azionisti, SAT, Cciaa di Livorno e Regione Toscana, per lo sviluppo infrastrutturale necessario”, commenta Claudio Boccardo, ad di Alatoscana.
“I risultati del 2013 confermano la vocazione internazionale dello scalo elbano ed il forte contributo che questa infrastruttura è in grado di offrire allo sviluppo economico dell’Isola d’Elba. Il lavoro fatto dalla società sta dando i suoi frutti, con trend di voli e passeggeri in crescita. Adesso occorre recuperare rotte e passeggeri anche su scala nazionale. Per questo confidiamo nella partecipazione di vettori al bando Enac per i voli di continuità territoriale con Pisa, Firenze e Milano Linate, per i quali abbiamo stanziato più di 1 milione di euro per i prossimi 3 anni, da sommare alle risorse nazionali già a disposizione”, spiega Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità.

News Correlate