TESTMSL

Duomo Firenze aprirà ai visitatori con dispositivi di distanziamento

Nel Duomo di Firenze e nei suoi monumenti sarà utilizzato un dispositivo che permette di rispettare le distanze di sicurezza tra i visitatori: è quanto fa sapere l’Opera di Santa Maria del Fiore che, in attesa delle indicazioni del Governo sulla riapertura dei musei, sta predisponendo una serie di attività per ridurre il rischio contagio. Tra le varie misure, l’Opera annuncia che, per primi nell’ambito museale, utilizzeranno un dispositivo che garantisce la distanza interpersonale e avvisa del pericolo di avvicinamento. Si tratta di un dispositivo di piccole dimensioni realizzato dalla società Ame (Advanced Microwave Engineering con sede a Firenze) attiva nell’ambito della sicurezza in ambienti industriali, e che durante l’emergenza Covid ha adattato il sistema alle nuove necessità. Il dispositivo sarà fornito dall’Opera gratuitamente ai turisti all’inizio delle visite e una volta indossato segnala vibrando e illuminandosi che è stata superata la distanza minima consentita. Terminata la visita, il dispositivo sarà riconsegnato e sanificato per essere poi riutilizzato in seguito. Nel caso di membri dello stesso gruppo familiare, conclude la nota, è possibile inibire il segnale d’allarme.

News Correlate