Il 2 giugno a Firenze escono dalla qurantena David e Galleria Accademia

Il 2 giugno ripartirà la cultura a Firenze, dopo quasi due mesi di lockdown. Anche il David di Michelangelo tornerà ‘a contatto’ con il pubblico grazie alla riapertura della Galleria dell’Accademia che propone uno sconto di oltre il 30% sul biglietto: il ticket intero passa da 12 a 8 euro, mentre restano valide le gratuità già previste. Tra le altre novità dell’Accademia anche l’entrata in funzione del nuovo impianto di areazione e l’app ‘The Right Distance’ che permette ai visitatori di mantenere le distanze previste dalle normative anti contagio.
Da settimane – ha detto il direttore Cecilie Hollberg – stiamo lavorando per poter accogliere in piena sicurezza il pubblico alla Galleria dell’Accademia. È come se fosse un nuovo museo, ci sono tante sfide logistiche, un nuovo percorso a senso unico, nuove entrate e nuove uscite”.
Sempre il 2 giugno torneranno fruibili le sculture della Loggia dei Lanzi, tra cui il capolavoro di Benvenuto Cellini, il Perseo con la testa di Medusa. La Loggia dei Lanzi è una sala degli Uffizi all’aperto, sempre accessibile e gratuita per tutti”, la sua riapertura “è un atto simbolico per aprirci ai fiorentini, ai cittadini italiani e al mondo”, ha detto il direttore Eike Schimdt.
La mattina del 3 giugno poi, lo stesso Schmidt aprirà le porte degli Uffizi ai primi visitatori concludendo così il percorso di risveglio del corpo delle Gallerie iniziato il 21 maggio col Giardino di Boboli e il 28 maggio, con Palazzo Pitti che riparte dalla mostra di Giovanna Garzoni, a sua volta bloccata dall’emergenza sanitaria. Riaprono i loro spazi, infine, anche i musei comunali fiorentini – Palazzo Vecchio, museo Bardini e museo Novecento.

News Correlate