venerdì, 18 Giugno 2021

Fcb e Fondazione Romualdo Del Bianco insieme per turismo etico e dialogo fra culture

Il Firenze Convention Bureau stringe i rapporti con la Fondazione Romualdo Del Bianco-Life Beyond Tourism di Firenze con un ‘Memorandum of understanding’ firmato dai presidenti delle due istituzioni, Paolo Del Bianco per la Fondazione e Giacomo Billi per il Fcb, che ha abbracciato il modello di viaggio 0Life Beyond Tourism0 per il dialogo fra culture.

“È una conferma del ruolo della Fondazione – spiega Del Bianco – che arriva a pochi giorni dalla firma di un altro Memorandum, sottoscritto da Sok Sangvar, capo del piano di gestione turistica di Angkor di APSARA (Authority for the Protection and Management of Angkor and the Region of Siem Reap), membro del Ministero del Turismo di Cambogia”.

L’avvio di un intesa fra la Fondazione e il Convention Bureau parte dalla convinzione che si possa lanciare un nuovo prodotto per l’industria dell’ospitalità, con ben altra etica, facendo di Firenze il primo sito patrimonio Unesco, che si candida a lanciare questa nuova offerta ‘In viaggio per il dialogo’,  espressa nei portali no profit www.lifebeyondtourism.org e www.vivafirenze.it.

“Firenze Convention Bureau ha iniziato recentemente a occuparsi, oltre che di turismo MICE, nostro core business, anche del turismo leisure dialogando quindi direttamente con i turisti. Per questo, sposare una filosofia innovativa e di alto valore sociale come quella del ‘Life Beyond Tourism’ diventa una componente fondamentale per la crescita e il successo dei nostri progetti futuri”, commenta Giacomo Billi, presidente Fcb.

Sono oltre 93, da oltre 23 Paesi, le istituzioni che condividono il modello ‘Life Beyond Tourism’. In questo modo, l’ospitalità può diventare un momento fondamentale per contribuire alla pace, imprescindibile per chi opera oggi nei servizi turistici. Con l’orientamento ‘Life Beyond Tourism’ si vogliono rendere i viaggiatori non più turisti e frettolosi consumatori, ma ‘residenti temporanei’, attenti a conoscere la ‘biografia culturale’ del luogo.

Ma un’accoglienza di qualità, in grado di far scoprire ai viaggiatori la personalità del luogo, la storia e le tradizioni locali, è anche una risposta efficace alla generale crisi del settore che vede, anche a Firenze, una crisi degli hotel a favore di strutture ricettive improvvisate, in continuo aumento.

www.conventionbureau.it

 

News Correlate