sabato, 23 Gennaio 2021

In Toscana grande evento per rilancio turismo enogastronomico   

Un grande evento, a fine maggio 2021, animato dai Consorzi di tutela del vino toscano, in collaborazione con la Regione, per riattivare i flussi turistici del settore enograstonomico proponendo 50mila degustazioni in abbinamento con cibi e piatti tipici. È quanto prevede il progetto a cui sta lavorando l’Associazione Vini Toscani Dop e Igp (Avito), composta da 22 Consorzi vitivinicoli che forniscono più del 90% della produzione regionale con oltre 1 miliardo di fatturato (pari all’11% di quello nazionale).
“Stiamo proponendo alla Regione  di rimettere in moto in maniera coesa la grande macchina enoturistica Toscana – spiega il presidente di Avito Francesco Mazzei – con un grande evento che si rivolga al consumatore, in calendario a fine maggio subito dopo le Anteprime toscane pensate invece per la stampa e gli operatori del settore”.
L’obiettivo è arrivare a coinvolgere 1.000 cantine e 5.000 tra ristoranti ed enoteche, oltre a tutto il sistema ricettivo tra alberghi, B&B e agriturismi. Firenze potrebbe essere il fulcro dell’iniziativa con una proposta speciale pensata per offrire una ‘total wine experience’ agli appassionati. I locali toscani presenteranno cibi Dop-Igp e piatti tradizionali insieme ai vini toscani al calice, mentre le cantine rimarranno aperte con orario continuato per accogliere i turisti e offriranno pacchetti studiati ad hoc per l’occasione. Donatella Cinelli Colombini, vicepresidente di Avito aggiunge che “stiamo studiando un evento dal format immediato e dalle ampie dimensioni che vuole sollecitare i consumi non solo per il settore vinicolo ma anche in termini di hospitality, somministrazioni e shopping e che possa rivitalizzare l’economia turistica regionale e l’agroalimentare di qualità”.

News Correlate