martedì, 18 febbraio 2020

aohostels.com arriva a Firenze con un nuovo ostello da 125 camere

aohostels.com ha annunciato l’apertura del suo primo ostello a Firenze (il terzo in Italia) per la fine del 2021/inizio 2022. Firenze diventerà così la seconda città italiana, dopo Venezia, a ospitare un ostello della catena tedesca.

“Firenze, Via Mannelli 119: sembra questo il prossimo fortunato indirizzo da inserire nel nostro portfolio”, ha commentato Oliver Winter, CEO e fondatore di aohostels.com, l’operazione che ha portato alla stipula di un contratto di locazione a lungo termine per il futuro ostello da 125 camere che aprirà nel capoluogo toscano.
L’immobile, costruito nel 1963 e attualmente adibito a uso ufficio, si trova nella zona est della città, proprio di fronte alla stazione ferroviaria Campo di Marte e a 10 minuti a piedi dallo Stadio Artemio Franchi e dal centro città. L’apertura del nuovo AO Hostel di Firenze è prevista per fine 2021/inizio 2022 e ospiterà circa 520 posti letto, ripartiti su 5 piani, e 40 posti auto interrati.

Distante appena 10 minuti a piedi dal centro, “l’AO Hostel Firenze soddisfa pienamente i nostri requisiti in termini di location e collegamenti con i mezzi pubblici – ha aggiunto Henri Wilmes, Chief Investment Officer di aohostels.com – Firenze è una delle destinazioni europee preferite dai visitatori di tutto il mondo, ed entrare in questo mercato è indubbiamente una pietra miliare per la nostra azienda”.
I lavori di ristrutturazione interna ed esterna dell’edificio, che ha un’area di 4.000 m 2 distribuita su 5 piani, inizieranno a fine 2020/inizio 2021 e dureranno circa 12 mesi.

Attualmente presente in Italia con i due ostelli di Venezia, aohostels.com intende perseguire una strategia di rapida espansione nei paesi dell’Europa meridionale e orientale. Per la prima parte del 2020 è stata confermata l’apertura degli ostelli a Varsavia, Budapest e Copenaghen, mentre sono continuamente allo studio nuove opportunità in tutta Europa. In Italia le altre città monitorate sono: Roma, Milano, Torino, Bologna e Genova.

“Ci stiamo avvicinando sempre più al nostro obiettivo: raggiungere i 50 ostelli targati a&o entro la fine del 2023″, ha commentato Wilmes.

News Correlate