domenica, 28 Novembre 2021

Cciaa Firenze: il 2021 si chiuderà con +60% stranieri rispetto all’anno scorso

“Firenze ha subito un calo verticale del turismo a causa della pandemia, ma il 2021 è in ripresa. Siamo passati da 16 mln di pernotti del 2019, a 3,3 mln nel 2020, ci attendiamo 6/7 milioni nel 2021 (dato fortemente condizionato dall’andamento della pandemia). Le nostre stime sono “che Firenze chiuda l’anno con un +60% di presenze straniere rispetto al 2020”. Così Giuseppe Salvini, segretario generale della Cciaa di Firenze in occasione della presentazione alla Gam a Roma di Bto, evento promossa dalla Cciaa fiorentina insieme alla Regione Toscana sulle connessioni tra turismo, innovazione e tecnologia.   
“Il primo strumento utile per tornare a viaggiare è il digitale. La Toscana è l’unica regione italiana dotata di una piattaforma digitale in grado di indirizzare i flussi turistici. Siamo protagonisti nel confronto con i big player del turismo”, ha aggiunto Francesco Palumbo, direttore di Fondazione sistema Toscana, tra gli organizzatori di Bto il cui tema quest’anno è ‘New Frictionless World’. Per l’edizione 2021 Francesco Tapinassi, direttore scientifico Bto, spiega che sono “tante le novità: sono passati 22 mesi dalla scorsa edizione, un’era geologica per ciò che è successo nel mezzo. Il programma è molto vasto, con eventi in presenza e non. Abbiamo ridotto del 70% il costo di ingresso per andare incontro a un settore che ha sofferto. Adesso possiamo cominciare a pensare a un futuro in cui reale e virtuale si mescolano: il 24 novembre a Firenze, nel Salone dei Cinquecento, si alterneranno interventi dal vivo a interviste in diretta a relatori presenti in forma di ologramma. È un’edizione ibrida in grado di sfruttare al meglio ciò che ci consentono le relazioni dal vivo e a distanza. Grandi ospiti per raccontare quel che succede ma soprattutto provare a guardare oltre”. 

News Correlate