La tassa di soggiorno slitta a novembre

La tassa di soggiorno in Trentino entrerà in vigore non da maggio, come annunciato, ma da novembre.

“La motivazione – sottolinea Michele Dallapiccola, assessore provinciale al turismo – che ci ha spinto ad accogliere la richiesta di Asat e di Unat di procrastinare l’applicazione della tassa, risiede nel fatto che gli operatori turistici hanno constatato l’impossibilità di modificare i cataloghi vacanze, riferiti alle proposte per l’estate 2015; cataloghi che, alla data di approvazione della norma, a dicembre 2014, erano già stati stampati. In pratica la nuova tassa, se entrasse in vigore già nella prossima stagione estiva, finirebbe per essere a carico solamente degli operatori turistici. Di qui l’esigenza, per non gravare sul tessuto produttivo vista la mancata possibilità di attribuzione ai clienti della corresponsione del tributo, di rimandarne l’applicazione alla stagione turistica successiva”.

   

News Correlate