lunedì, 17 Maggio 2021

In Alto Adige i Mercatini di Natale sono pronti ad accogliere turisti e non

In Alto Adige è già Natale con l’apertura dei Mercatini di Natale di Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. In oltre, questo fine settimane apriranno diverse stazioni sciistiche che, grazie alle basse temperature notturne, hanno consentito l’entrata in funzione dei cannoni per la produzione di neve artificiale.

I Mercatini di Natale dell’Alto Adige sono divenuti un fattore economico e d’immagine fondamentale. Delle spese dei visitatori traggono profitto sia i venditori stessi, che gli esercizi in città. Secondo una ricerca dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di Bolzano, rispetto all’indagine condotta dieci anni fa, il comportamento dei turisti è cambiato poco e che il grado di soddisfazione è sempre alto. L’ospite italiano continua a essere prevalente. Otto visitatori su dieci provengono dall’Italia. Rispetto al 2007/2008 è aumentata la quota di ospiti arrivati dal Sud Italia e dalle isole. Come gia’ accaduto nella stagione 2007/2008, tra gli ospiti non provenienti dall’Alto Adige prevale la quota di turisti plurigiornalieri (65,4%) rispetto a quelli giornalieri (34,6%). I turisti plurigiornalieri si fermano in media 4,2 giorni.
In media gli ospiti spendono al mercatino circa 47 euro per mangiare e per gli articoli da regalo. I negozi e le attività di gastronomia delle città beneficiano dell’evento con ulteriori 93 euro che i visitatori dei Mercatini di Natale spendono per acquistare cibo, capi d’abbigliamento e altri articoli.

News Correlate