venerdì, 14 Maggio 2021

Val di Fassa, ad agosto +8,13% di arrivi e +5,22% di presenze

Bene gli stranieri con +7% di arrivi e un +10,90% di presenze

È positivo il bilancio turistico del mese di agosto in Val di Fassa che registra un +5,29% di arrivi e un +2,74% di presenze. Bene il comparto alberghiero che vede +8,13% di arrivi e +5,22% di presenze, mentre è stabile l'extralberghiero con un +2,46% d’arrivi e un +0,43% di presenze. In aumento ad agosto gli stranieri, in netta crescita rispetto al 2011, con un +7% di arrivi e un +10,90% di presenze. Al top i tedeschi con un +4,44% di arrivi e un +9,48% di presenze, seguiti da francesi e belgi Francia e Belgio con presenze rispettivamente al 12,33 % e all’11,95 %. Singolare il caso degli svizzeri che segnano un incremento del 22% (rappresentano il 5,24% di presenze) e un raddoppio nell’extralberghiero, rispetto al periodo maggio-agosto dell’anno scorso.
“Una presenza maggiore – afferma Andrea Weiss, direttore Apt di Fassa – dovuta alla moneta forte e alla stabilità economica degli svizzeri che fa ben sperare anche per l’inverno. Ci sono ampi margini di miglioramento in tutti i mercati stranieri, soprattutto in quello germanico. Dobbiamo, però, ampliare l’offerta in accordo con le società d’impianti a fune e i gestori dei rifugi, in particolare a inizio e fine stagione, quando i tedeschi amano compiere escursioni in quota”.
Successo, dunque, per la vacanza attiva che, grazie alla creazione degli uffici Fassa Outdoor per informazioni e prenotazioni di tutti gli sport e gli svaghi da praticare in valle con il supporto dei professionisti della montagna, ha dimostrato d’essere vincente. Molto bene gli  itinerari e tour per bici e mountain bike, tanto che il ‘Bike Express Fassa e Fiemme’, pullman per le 2 ruote che serve la ‘Pista delle Dolomiti’, ha registrato, dal 24 giugno al 9 settembre, 4312 utenti, con una media giornaliera di 50 passeggeri.
“Arrivi e presenze – conclude Weiss – sono confortanti soprattutto rispetto al contesto economico. Ma per i bilanci definitivi sarà necessario tener conto delle condizioni di vendita applicate dagli operatori turistici e delle loro marginalità”. 

News Correlate