mercoledì, 21 Ottobre 2020

Perugia, al via International Wine Tourism Conference

L’enoturismo protagonista della 3 giorni con 300 professionisti da 40 Paesi

Fino al 2 febbraio Perugia sarà teatro della Conferenza Internazionale sul Turismo del Vino e Workshop 2012 (Iwinetc), per la prima volta in Italia grazie alla partnership tra Wine Pleasures e Movimento Turismo del Vino Italia. Presenti 300 professionisti da 40 Paesi che faranno il punto su un settore che coinvolge 3 milioni di italiani per i quali l’enogastronomia è il complemento più rilevante di viaggio. L’enoturismo ha sviluppato solo il 20% del suo potenziale e secondo il Censis potrebbe arrivare a toccare 5,5 milioni di turisti nel 2011. Mercoledì 1 febbraio verrà presentata l'indagine 'Il volto dell’enoturista oggi'che traccerà le tendenze e il profilo dell’enoturista. Nella 3 giorni sono in programma 5 sessioni plenarie con contributi da tutto il mondo: dalle case history estere e strategie di marketing per la promozione integrata dei vini territori e loro territori alle destinazioni enoturistiche emergenti; dalle strade del vino straniere fino a quelle virtuali offerte da web 2.0, nuovi social network, app mobile e possibili applicazioni di realtà aumentata. Riflettori puntati anche sull’Italia, con le esperienze di Puglia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sicilia e sulla zona del Franciacorta e Garda.
Spazio anche alla gastronomia con la serata degustazione Regione Umbria e Apt Umbria presso il Castello dell’Oscano, con simposi a tema Umbria e Croazia e con il pranzo a base di specialità pugliesi curato dal pluripremiato Pietro Zito dell’osteria ‘Antichi Sapori’ di Andria. A chiusura dell’evento focus sull’offerta con il Workshop dedicato agli operatori del settore: una piattaforma per comprare e vendere pacchetti enoturistici, prodotti del turismo enogastronomico e servizi correlati, dove sono attesi 40 TO. Focus inoltre sulla qualità dell’offerta enoturistica del Movimento, con gli educational tour riservati alla stampa internazionale e ai TO in Campania, Toscana, Marche ed Umbria.

News Correlate