sabato, 23 Gennaio 2021

In Valle d’Aosta divertimento e neve, ma spazio anche a solidarietà

I mercatini di Natale e le località alpine sono stati presi d’assalto dai turisti in Valle d’Aosta nel corso del ponte dell’Immacolata, con il tutto esaurito quasi ovunque. “E’ stato un grandissimo ponte, il migliore degli ultimi anni, sia perché abbiamo la neve, sia perché è stato più lungo” ha commentato Filippo Gérard, presidente degli albergatori valdostani. Ad Aosta è stato protagonista il Marché vert noel: 56 chalet in legno, nella suggestiva cornice del Teatro romano, che ospitano le proposte dell’artigianato e dell’enogastronomia di tradizione.

I pullman dei viaggi organizzati hanno condotto moltissimi visitatori, in coda per l’apertura fin dal mattino. File anche alla nuova funivia Skyway del Monte Bianco, a Courmayeur, dove per la cerimonia di accensione dell’albero di Natale, si è esibito il pianista Raphael Gualazzi. Sotto il grande albero di Cervinia (alto 20 metri e con 100mila lampadine a led) si è pensato anche alla solidarietà e il ricavato della vendita di una torta lunga 300 metri è stato devoluto al comune terremotato di Belforte del Chienti in provincia di Macerata.

News Correlate