mercoledì, 25 Novembre 2020

Venezia, Cassa depositi e prestiti pensa a nuovo albergo su isola Sant’Angelo della Polvere

La Cassa Depositi e Prestiti, società per azioni controllata dal ministero dell’Economia, punta sugli investimenti immobiliari in laguna. L’ente, infatti, ha creato un fondo investimenti per il turismo per costituire un nuovo polo nel settore turistico italiano, comprendente quattro immobili tra Venezia, Bergamo e nelle province di Verona e Torino per un valore complessivo finale di circa 90 milioni di euro. A Venezia l’area su cui la Cassa avrebbe intenzione di investire è l’isola di Sant’Angelo della Polvere.

Attualmente sull’isola si trovano installazioni militari utilizzate fino alla seconda guerra mondiale. Attraverso il fondo investimenti per la valorizzazione, la Cassa depositi e prestiti ha acquistato altri due immobili nell’area veneziana: l’ex carcere di San Severo a Castello e un fabbricato ottocentesco a Pellestrina. Entrambe le aree dovrebbero essere adibite a nuove residenze.

Intanto, proseguono i contatti con la società Hines per la realizzazione di un piano di recupero a fini turistici dell’ex ospedale al Mare del Lido. Fasi conclusive anche per l’accordo tra il comune di Venezia e la Cassa per l’acquisizione da parte di quest’ultima di 3 immobili comunali ancora invenduti – Palazzo Diedo, Palazzo Gradenigo e l’ex sede della Cassa di Risparmio a Mestre – per un totale di circa 30 milioni di euro.

News Correlate