A Verona mura e fortificazioni diventato digitali

Un salto nel futuro. È questo che proveranno cittadini visitando tutte le Porte del sistema delle mura di Verona, da Porta Fura a Porta Vescovo. Un progetto che vede insieme il Comune scaligero e Dipartimento Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Pavia per dotare, attraverso moderne tecnologie informatiche, il sistema fortificato veronese di un approccio ‘contemporaneo’, che ne migliora la conoscenza sotto tutti gli aspetti e ne permette una valorizzazione nuova e più ampia. A vantaggio anche del comparto turistico, laddove l’offerta tradizionale si arricchisce di percorsi mai visti prima, supportati da modellini tridimensionali, ricomposizioni virtuali e persino videogiochi.
“Dopo 20 anni, – ha detto il sindaco Federico Sboarina – facciamo un salto nel futuro. Oggi non basta conservare un sito per valorizzarlo, possiamo fare di più, supportati da strumenti e tecnologie che in passato non c’erano e che ci permettono di fare la differenza. Verona non è solo l’Arena e il balcone di Giulietta, ma tanti altri luoghi e percorsi che si trovano solo qui e in nessuna altra parte del mondo”, ha concluso.

News Correlate