lunedì, 23 Novembre 2020

Venezia, con Tessera-City si rivaluta Maghera

Decisone approvata tra polemiche e accuse di cementificazione

Oltre agli antichi palazzi, Venezia avrà una nuova attrattiva. Si tratta di ‘Tessera-City’, villaggio dello sport, del gioco e del divertimento che sorgerà vicino all'aeroporto. In 200 ettari di terreno, circondati da boschi e parchi, sorgeranno lo Sport Village e il nuovo stadio, la nuova sede del Casinò in terraferma insieme alle rispettive strutture ricettive. La decisione è stata presa dal Comune, nonostante le polemiche, dopo l'approvazione definitiva del nuovo Pat (Piano di assetto del territorio).
“Il no di Sebastiano Bonzio (consigliere di Rifondazione Comunista) non mi ha fatto piacere, ma non è da drammatizzare – spiega il sindaco Giorgio Orsoni – Il Pat è stato approvato con una maggioranza solida. E chi parla di colata di cemento è in malafede perché la superficie edificabile è stata ridotta a 60 ettari. Anche la crisi ovviamente pesa – aggiunge – ma è stata l'incertezza sulla destinazione d'uso a tenere lontane le imprese da Marghera, vista fino ad oggi come una specie di pattumiera. Il Pat è il primo strumento urbanistico da tempo immemorabile che consente di costruire condizioni appetibili e già qualcosa si muove: da parte dell'Eni abbiamo già avuto riscontri positivi sulla messa a disposizione dell'area”. 

News Correlate