martedì, 26 Ottobre 2021

Dall’Abruzzo a Cassino per valorizzare turismo di guerra

Un progetto per la riqualificazione della Linea Gustav dall’Abruzzo a Cassino sul modello della Normandia del D-day ma con l’occhio rivolto al restauro e alla valorizzazione delle trincee della Grande Guerra in Trentino.

È l’obiettivo di ‘The Red Devil’s Legacy’, progetto che verrà presentato in occasione delle ricorrenze per la Festa della Liberazione il prossimo 25 aprile a Casoli (Chieti).    
Si tratta di una promozione storico turistica internazionale del paesaggio di guerra e dei campi di battaglia posti sulla linea delle fortificazioni difensive tedesche, meglio conosciuta come Linea Gustav, che dal dicembre 1943 al giugno 1944 costituì il fronte principale durante la Campagna d’Italia e che portò ai due episodi più tragici e conosciuti come Cassino e Ortona.     

In occasione del 71° anniversario della Liberazione dall’occupazione nazifascista l’Associazione Linea Gustav col patrocinio della Regione Abruzzo e dei comuni interessati abruzzesi ha organizzato una tre giorni con mostre e conferenze internazionali a Casoli e Civitella Messer Raimondo (Chieti), con giri turistici sulle postazioni, e con la presenza di reduci britannici e partigiani italiani.   

Il 25 aprile è in programma la cerimonia conclusiva presso il Cimitero di Guerra Sangro River di Torino di Sangro (Chieti).

News Correlate