domenica, 16 Maggio 2021

Pro Loco, situazione finanziaria critica per quelle del Vibonese

Per Callipo c’è il rischio che venga meno contributo Pro Loco per accoglienza turistica

''La situazione finanziaria delle Proloco è insostenibile, con il rischio concreto che venga meno il prezioso ausilio che queste associazioni no-profit danno alle attività di informazione e accoglienza turistica del territorio''. Lo ha affermato Gianluca Callipo,  assessore provinciale al Turismo di Vibo Valentia, all'indomani della riunione tenutasi a palazzo Gemini a cui hanno partecipato i rappresentanti di tutte le 46 Proloco vibonesi e Franco Todaro, presidente provinciale dell'Unpli. L'incontro, convocato dallo stesso Callipo, è servito per fare il punto della situazione sulla mancata erogazione da parte della Regione dei contributi ordinari previsti per le annualità 2010 (28mila euro) e 2011 (25mila euro), regolarmente assegnati ma mai versati alla Provincia, affinché provveda a sua volta ad erogarli alle Proloco. "Stiamo parlando di poco più di 50mila euro, una cifra irrisoria per il bilancio regionale – spiega Callipo – eppure da 2 anni si attende invano lo stanziamento dei fondi. Senza questi soldi non è possibile per le associazioni turistiche far fronte alle spese vive, come le utenze di luce e telefono. Insomma, una vera e propria beffa per le Proloco, che si reggono principalmente sul volontariato di chi, senza alcun compenso, decide di spendersi per la promozione turistica del proprio territorio, assistendo chi sceglie il Vibonese per le proprie vacanze e veicolando le iniziative locali. Una condizione di difficoltà che ha spinto le Proloco a dichiarare uno stato di agitazione permanente per protestare contro la mancanza di attenzione da parte della Regione. Una situazione, che riguarda tutta la Calabria e rischia di vanificare l'impegno di centinaia associazioni, con gravi conseguenze per l'immagine turistica dell'intera Regione"

News Correlate