domenica, 15 dicembre 2019

Porto Gioia Tauro, il 5 dicembre patron Msc visiterà terminal calabrese

Il 5 dicembre Gianluigi Aponte, patron della Mediterranean Shipping Company (Msc), gruppo italo-svizzero che nei mesi scorsi ha acquisito, attraverso la controllata Til, la MedCenter Container Terminal di Gioia Tauro, visiterà per la prima volta il terminal calabrese ed incontrerà i portuali. Una visita che sancisce la rinascita del porto, che dopo mesi di crisi ha ripreso a galoppare nella movimentazione dei volumi, che hanno registrato negli ultimi cinque mesi un incremento di quasi il 16% rispetto allo scorso anno. Una visita significativa, quella di Aponte, che di recente ha dichiarato che vuole riconsegnare a Gioia Tauro il primato di maggiore porto container del Mediterraneo. Un ruolo che lo scalo aveva conquistato sin dalla fine degli anni ’90 e che poi ha perso nel corso degli anni facendosi superare anche da Genova.

Con l’acquisizione di Mct, la Msc ha dunque il suo porto hub al centro del Mediterraneo, con l’avvio per lo scalo di poderosi investimenti nell’equipment con l’acquisto di 6 nuove gru di banchina tra le più grandi al mondo. Tre sono arrivate nei giorni scorsi e proprio oggi sono state posizionate. Installati anche 40 nuovi straddle carrier, carrelli per la movimentazione dei container, rifacimento dei piazzali del terminal. Un investimento che supera i 120 milioni di euro necessario per aumentare le perfomance dello scalo e che ha consentito la riassunzione di centinaia di portuali che erano stati licenziati. Una storia positiva che segna una nuova vita per uno scalo che, dopo i successi del passato, aveva conosciuto una profonda crisi.

News Correlate