domenica, 14 Agosto 2022

L’aeroporto di Napoli ottiene la certificazione Enac secondo la normativa europea

Anche Napoli ha ricevuto dall’Enac la conversione del Certificato di Aeroporto, in base a quanto previsto dal regolamento europeo n. 139 del 2014, che stabilisce i requisiti tecnici e le procedure amministrative riguardanti gli scali comunitari. Così, dopo gli aeroporti di Roma Fiumicino, Venezia e Bergamo, pure la società di gestione Gesac dello scalo partenopeo, ha avuto l’attestato che sancisce che tutte le infrastrutture e gli impianti aeroportuali rispondono ai requisiti previsti dalla normativa comunitaria.

“Con lo scalo di Napoli, l’Enac continua il processo di conversione dei certificati aeroportuali in anticipo rispetto a quanto previsto dal Regolamento Comunitario, che indica il termine delle conversioni entro il 2017 – ha detto il direttore centrale Vigilanza Tecnica dell’Enac, Roberto Vergari – l’Enac, infatti, ha voluto anticipare di un anno gli iter, che si concluderanno a breve, di certificazione di cinque importanti aeroporti nazionali, quali Roma Fiumicino, Venezia, Bergamo, Napoli e Milano Malpensa”.

News Correlate