mercoledì, 29 Settembre 2021

Le 24 Terme dell’Emilia Romagna sono aperte aspettando il bonus

In Emilia Romagna le 24 Terme situate in Collina e in Appenino, in città d’arte o al mare, sono aperte in sicurezza e rappresentano un’opportunità per prendersi cura della propria salute. Tra l’altro per i turisti c’è una nuova opportunità. La legge 126 del 13 ottobre 2020 ha istituito un apposito fondo destinato alla concessione di un bonus per l’acquisto di servi termali. E lo scorso 1 luglio 2021 il ministero dello Sviluppo Economico ha emanato un decreto (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 agosto 2021), con cui viene precisata l’entità massima del Bonus Terme pari a 200 euro, chi può beneficiarne, le modalità di accesso da parte dei cittadini e di adesione da parte dei Centri Termali.

“Il Bonus Terme – ha detto il presidente del Coter, Lino Gilioli – rappresenta una misura molto importante per il sostegno alle Terme, così duramente colpite dalle conseguenze della pandemia. Allo stesso tempo è un’agevolazione utile per i cittadini che intendono effettuare trattamenti termali e riabilitativi a difesa della propria salute. E’ quindi uno strumento particolarmente utile anche per chi desidera integrare un primo ciclo di cure termali con un secondo ciclo annuale, utile per contrastare e prevenire disturbi che affliggono molte persone”

Possono beneficiare del Bonus Terme tutti i cittadini, per un importo massimo di 200 euro. Occorrerà attendere la piattaforma informatica che INVITALIA sta predisponendo affinché i centri termali possano accreditarsi. Tale accreditamento consentirà ai clienti di prenotare direttamente presso il Centro Termale i trattamenti termali, usufruendo appunto del Bonus stesso fino all’importo massimo di 200 euro.

Per informazioni contattare COTER srl, Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna al numero verde 800.88.88.50

News Correlate