domenica, 16 Maggio 2021

‘Bisaccia del Viandante’ strumento per promuovere il turismo slow

Alla Tartufesta di Sasso Marconi (Bologna) è stata presentata la ‘Bisaccia del Viandante’, progetto dedicato ai prodotti d’eccellenza del territorio lungo i cammini per pellegrini dell’Emilia-Romagna:

La Bisaccia del Viandante partirà nel 2018 dalla Via degli Dei e nel corso dell’anno coinvolgerà tutte le 14 storiche Vie dell’Emilia-Romagna.
L’obiettivo sarà valorizzerà i prodotti Dop, Igp, Doc e le tipicità locali di qualità che si possono trovare lungo il cammino prescelto, tenendo conto della loro stagionalità. Di volta in volta potrà essere, a scelta, un ‘packed lunch’, un menù dedicato da degustare nelle strutture di accoglienza e di ristorazione lungo il percorso o un souvenir alimentare. Saranno i singoli cammini a informare i turisti viandanti della proposta di volta in volta disponibile.
Dal prossimo anno la Bisaccia del Viandante interesserà inizialmente la Via degli Dei, il percorso millenario risalente agli Etruschi, che collega Bologna a Firenze attraverso l’Appennino tosco-emiliano. Poi nel corso del 2018 l’iniziativa si estenderà anche alle altre 13 Vie regionali che vorranno aderire all’iniziativa, valorizzando tutti i prodotti tipici dell’Emilia-Romagna, che vanta un paniere di 44 eccellenze tra Dop e Igp, un vero record.
Per accompagnare il turista è nato un Circuito regionale che coinvolge 24 operatori specializzati. Tra le iniziative del Circuito regionale ci sono oltre 30 pacchetti-soggiorno, presenti sul sito www.emiliaromagnaturismo.it, con escursioni giornaliere a piedi o in bici e soggiorni da 1 a 7 notti con o senza guida, tra natura incontaminata, luoghi di culto e borghi storici, antiche pievi. In molti casi i turisti viandanti possono contattare direttamente dal sito il tour operator per costruire una vacanza personalizzata.

News Correlate